Perché la gestione delle patch è importante per gli MSP

Why is Patch Management Important banner

CINQUE CONSIGLI E TUTORIAL IN INGLESE, PER LA VOSTRA AZIENDA.

Newsletter di NinjaOne

Unisciti ad altri MSP focalizzati sulla crescita e alimenta la tua attività con cinque nuovi pratici modi per migliorare le tue strategie ogni settimana.

Non perderti nessuna promozione, nessun tool gratuito, evento & webinar e aggiornamento sui nostri prodotti. Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale d NinjaOne.

Grow faster. Stress less.

Per ulteriori approfondimenti dal mondo degli MSP, dai un'occhiata al nostro centro risorse.
Team Ninja      

La gestione delle patch è diventata una parte essenziale dell'IT e un elemento critico per garantire la sicurezza e l'efficienza di un'azienda. Perché questi aggiornamenti apparentemente banali sono così importanti? In breve, perché le aziende che non dispongono di una soluzione efficace di gestione delle patch sono esposte a un rischio massiccio di attacchi informatici.

Ci sono altri motivi per cui è importante applicare le patch a hardware e software. In questo articolo esploreremo questi motivi e discuteremo perché gli aggiornamenti software e la gestione delle patch possono essere una seccatura sia per gli utenti finali che per i professionisti IT.

Inoltre, analizzeremo da vicino le sfide della gestione delle patch e scopriremo come gli strumenti di gestione delle patch possono alleggerire il team IT o l'MSP.

Questo articolo tratterà i seguenti argomenti:

  • Cos'è il patch management
  • Perché il patch management è importante
  • Le sfide del patch management
  • Scelta di una soluzione di patch management

Che cos'è la gestione delle patch?

Una patch è una correzione di una vulnerabilità di sicurezza o di un bug in un'applicazione software o firmware. Si tratta di piccoli aggiornamenti tipici del codice che si evolvono quando i fornitori di software lavorano continuamente per risolvere i problemi del loro prodotto o per tappare le falle di sicurezza scoperte dopo il lancio del prodotto.

Le patch possono anche fornire agli utenti un aggiornamento importante della versione del software che può sbloccare nuove funzionalità o migliorare l'esperienza dell'utente. Il patching è spesso necessario per mantenere la compatibilità tra gli strumenti software integrati che si evolvono in modo indipendente.

La gestione delle patch è il processo di monitoraggio di queste patch e di garanzia della sicurezza e dell'aggiornamento di software e hardware. Idealmente, il processo di gestione delle patch dovrebbe essere efficiente e tempestivo, riducendo al minimo i problemi di compatibilità, gli errori e i tempi di inattività.

Cos'è un criterio di gestione delle patch? 

Una politica di gestione delle patch è un approccio documentato alla gestione delle patch stabilito da un'organizzazione o dal suo team IT. Una solida politica di gestione delle patch consente a un'organizzazione di distribuire le patch in modo efficiente e il più rapidamente possibile. Le fasi coinvolte comprendono il rilevamento dei componenti del sistema che necessitano di una patch, la definizione delle priorità di aggiornamento e la convalida delle patch per garantire la compatibilità con il resto dell'ambiente e ridurre al minimo i tempi di inattività.

È importante che le organizzazioni dispongano di una politica di gestione delle patch, poiché il numero di vulnerabilità del software sfruttate dagli hacker continua a salire. Una politica di gestione delle patch deve affrontare e documentare le seguenti aree:

  • Rilevamento e programmazione
  • Priorità
  • Verifica in corso
  • Assegnazione di ruoli e punti di contatto
  • Distribuzione delle patch
  • Tracciamento, monitoraggio e reporting

Più avanti in questo articolo parleremo degli strumenti di gestione automatizzata delle patch. Queste soluzioni e servizi possono alleggerire notevolmente l'onere della gestione degli aggiornamenti, semplificando o automatizzando la maggior parte dei problemi di policy sopra elencati.

Perché la gestione delle patch è importante per gli MSP?

Anche se il numero di cyberattacchi annuali continua ad aumentare, i rischi possono essere ampiamente evitati con le dovute precauzioni. Gli errori si verificano e spesso manca la supervisione della sicurezza, il che rende più facile per gli hacker sfruttare le vulnerabilità più comuni. Con una politica o un sistema di gestione delle patch efficace, questo rischio può essere mitigato prima che porti a costose violazioni.

Una gestione efficace delle patch vi aiuterà ad affrontare queste sfide di sicurezza:

  • Coordinamento adeguato delle misure di sicurezza adottate dall'IT e da altri dipartimenti
  • Conformità normativa e mantenimento dell'assicurazione di cybersecurity
  • Automazione del canale di sicurezza
  • Protezione dei sistemi tecnologici mission-critical

Oltre a rafforzare la sicurezza, le patch spesso consentono di accedere a funzionalità nuove o migliorate del software che altrimenti potrebbero sfuggire. Senza contare che il mancato aggiornamento del software integrato può causare problemi di compatibilità, in quanto due applicazioni diverse non riescono a connettersi correttamente.

La gestione delle patch come servizio o attraverso uno strumento è vantaggiosa perché consente ai proprietari di piccole imprese e ai loro dipendenti di risparmiare una notevole quantità di tempo. Senza gli strumenti giusti, i proprietari delle piccole imprese dovrebbero dedicare il loro tempo a cercare le vulnerabilità e ad assicurarsi che tutte le patch siano trovate, eseguite e testate non appena vengono rese disponibili.

Questo naturalmente costringe i proprietari e i lavoratori a distogliere la loro attenzione da altre esigenze, un risultato che i fornitori di servizi gestiti vogliono assolutamente evitare. La natura automatizzata di uno strumento di gestione delle patch assicura che i dispositivi siano adeguatamente protetti senza sacrificare tempo prezioso.

Le sfide della gestione delle patch

  1. Le patch richiedono molto tempo

Può essere scoraggiante identificare e valutare continuamente le vulnerabilità, scaricare e testare le patch e poi distribuirle ai propri sistemi.  L'ostacolo più grande per gli utenti finali è scoprire se è disponibile un aggiornamento. Sebbene Microsoft abbia notoriamente il Patch Tuesday, la maggior parte delle aziende di software non aderisce a tale sistema.

Pensate a quante applicazioni utilizza un'azienda media. A seconda dell'azienda, gli strumenti possono essere da 20 a 50 e molto di più per le grandi imprese. Ora supponiamo che ognuno di questi sviluppatori di applicazioni rilasci una patch ogni 2-3 settimane (e non secondo un calendario). Sono molti gli aggiornamenti da seguire e molto il tempo speso per rintracciarli.

  1. Mancanza di controllo dell'inventario IT

Alcuni ambienti IT possono essere messi insieme in modo frammentario, un problema che riguarda più l'IT delle piccole imprese autogestite che quello gestito da un MSP. In questo caso, spesso manca la gestione dell'inventario, per cui non è possibile sapere quali dispositivi utilizzano quale software. Questo può portare a problemi evidenti quando si cerca di applicare una patch a decine di dispositivi diversi.

  1. Nessun desiderio di distribuire ogni patch

Alcuni utenti affronteranno la sfida delle patch a testa alta, ma la maggior parte cercherà semplicemente di risparmiare installando solo le patch più critiche. Il problema è che è difficile per un utente finale sapere quali patch sono effettivamente critiche. È inevitabile che si perda un importante aggiornamento di sicurezza.

  1. Guasti alle patch

Occasionalmente, un aggiornamento causerà dei tempi di inattività. Ciò può essere dovuto a un download non riuscito o a un file danneggiato, a un errore umano o a un problema di compatibilità. L'unico modo per evitare questo problema è quello di testare prima tutti gli aggiornamenti in un ambiente di prova.

  1. Gestione delle vulnerabilità

Una patch non è mai abbastanza. Una volta che una vulnerabilità è stata eliminata con un aggiornamento, ci sarà sicuramente un altro aggiornamento in arrivo. In effetti, alcuni aggiornamenti hanno persino creato nuove vulnerabilità che devono essere corrette a loro volta. Succede. Il punto è che la gestione delle patch non è mai finita: è un gioco di recupero che chiunque abbia familiarità con la sicurezza informatica dovrebbe conoscere molto bene.

Strumenti e soluzioni di gestione delle patch per gli MSP

Una volta che avrete messo in atto una politica e un processo di gestione delle patch, probabilmente vi accorgerete di quanto tempo e quanto impegno richiederà attenersi alle best practice di gestione delle patch. E non si tratta solo di un caso isolato, perché la gestione delle patch diventerà il lavoro part-time di chiunque sia stato designato come responsabile del progetto o "patch officer".

Se siete un MSP, non c'è nemmeno bisogno di dirvi quanto tempo ci vorrebbe per cercare di applicare manualmente le patch a tutti i vostri clienti. Non succederà, almeno non in modo sicuro.

È qui che il giusto strumento di gestione automatizzata delle patch può diventare un salvavita. Questi strumenti aiutano a gestire tutto il carico di lavoro e a chiudere le vulnerabilità di sicurezza nel modo più efficiente possibile. Gli attuali strumenti di gestione delle patch sostituiscono i processi manuali, noiosi e lunghi, che i team di sicurezza, sviluppo e IT cercano disperatamente di evitare.

I software e gli strumenti di gestione delle patch sono stati creati per affrontare le diverse fasi del processo di gestione delle patch in modo efficiente. Eseguono attività come la scansione, il monitoraggio, gli avvisi, la definizione delle priorità, l'implementazione, i test e la creazione di report con un intervento manuale minimo o nullo.

Questi strumenti possono variare in termini di complessità: alcuni offrono una funzione di base come l'invio di promemoria per l'aggiornamento della versione, mentre altri lavorano in un ambiente IT complesso e stratificato per gestire ogni aspetto della gestione delle patch in un'intera organizzazione.

Scelta di una soluzione di gestione delle patch

La migliore soluzione di gestione delle patch varia a seconda delle dimensioni dell'organizzazione che la utilizzerà. Una grande azienda con un'architettura IT complessa e diversi team che la supportano avrà bisogno di una soluzione di gestione delle patch più ricca di funzionalità e configurabile rispetto a una piccola e media impresa.

Naturalmente, le esigenze degli MSP variano notevolmente da quelle degli utenti finali. La prima nell'elenco è la multi-tenancy, per consentire la gestione di più clienti da un'unica postazione. La considerazione successiva è la ricchezza delle funzioni di automazione e il rollout "con un solo pulsante" a tutti gli endpoint dei clienti. Tutto ciò che riduce le spese di manodopera è fondamentale per il fornitore IT.

Queste considerazioni, tuttavia, devono sempre essere bilanciate con l'efficacia. La soluzione più automatizzata ed economica non è molto utile se non è in grado di svolgere il compito per cui è stata progettata. In fin dei conti, gli MSP scelgono strumenti appositamente creati come NinjaOne perché non solo sono semplici, ma anche abbastanza affidabili da potervi affidare la reputazione della propria azienda. Se a questo si aggiunge il vantaggio di avere più strumenti importanti di RMM e sicurezza accessibili da un'unica dashboard, la scelta di collaborare con NinjaOne diventa evidente.

Conclusioni

Molti utenti finali (e professionisti IT) tendono a vedere la gestione delle patch come un'altra noiosa attività di sicurezza che intralcia cose più importanti. Considerando le previsioni secondo cui le vulnerabilità delle applicazioni continueranno a essere il metodo di attacco esterno più comune, nessuno può permettersi di trascurare la gestione delle patch.

Le organizzazioni di tutte le dimensioni devono affrontare la gestione delle patch con decisione e investire in una politica di gestione delle patch che copra tutte le fasi importanti di cui abbiamo parlato. Ancora più importante, devono seguire l'esecuzione e assicurarsi che qualcuno stia sempre al corrente delle patch su tutta la rete.

Gli strumenti automatizzati riducono o eliminano questo onere offrendo soluzioni efficienti per garantire che tutte le fasi del processo di gestione delle patch siano coperte. Strumenti multiuso come NinjaOne fanno un ulteriore passo avanti, combinando la gestione delle patch con altri elementi essenziali come il monitoraggio e la gestione remoti e il backup e il ripristino.

CINQUE CONSIGLI E TUTORIAL IN INGLESE, PER LA VOSTRA AZIENDA.

Newsletter di NinjaOne

Unisciti ad altri MSP focalizzati sulla crescita e alimenta la tua attività con cinque nuovi pratici modi per migliorare le tue strategie ogni settimana.

Non perderti nessuna promozione, nessun tool gratuito, evento & webinar e aggiornamento sui nostri prodotti. Iscriviti per ricevere la newsletter settimanale d NinjaOne.