Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

Inviando questo modulo, accetto La politica sulla privacy di NinjaOne.

Guida completa al backup degli endpoint

Complete Guide to Endpoint Management

Senza dubbio, una soluzione di recupero dati è essenziale quando si tratta di mantenere la sicurezza e la continuità aziendale. I backup offrono importanti opzioni di sopravvivenza in caso di ransomware, perdita di un computer portatile o cancellazione accidentale di una cartella piena di file importanti. Senza queste copie sicure e ridondanti dei propri dati più importanti, si rischia grosso.

In questo articolo parleremo dei backup degli endpoint: cosa sono, come funzionano e perché tutti devono usarli. 

Questo articolo tratterà i seguenti argomenti:

  • Che cos’è il backup degli endpoint?
  • Backup di endpoint e datacenter
  • Come funziona il backup degli endpoint?
  • Vantaggi del backup degli endpoint
  • Funzionalità di backup degli endpoint
  • Ho bisogno di un backup degli endpoint?
  • Soluzioni di backup e ripristino degli endpoint

Che cos’è il backup degli endpoint?

La sicurezza degli endpoint è estremamente importante per le aziende, in quanto essi fungono da strumenti necessari per il lavoro. Si pensi a laptop, workstation e tablet, i quali possono creare vulnerabilità se non gestiti correttamente. 

Cos’è un endpoint?

Un endpoint è un dispositivo utilizzato per produrre, condividere, accedere e salvare informazioni che sia collegato a una rete. Può essere un computer portatile, un desktop, un tablet, un telefono cellulare, un dispositivo POS (point-of-sale), una macchina di produzione, un dispositivo IoT, ecc. Si tratta di dispositivi di input all’estremità di qualsiasi rete.

Una parte della gestione efficace degli endpoint consiste nel mantenere backup remoti e sicuri dei file e degli altri dati mission critical presenti su questi dispositivi. Gli strumenti di backup degli endpoint lo rendono possibile inviando copie dei dati a un archivio remoto e sicuro, dove possono essere successivamente richiamati in caso di disastro o di eliminazione. 

Tali soluzioni di backup degli endpoint vengono solitamente eseguite in base a una pianificazione, che può essere ogni 24 ore o fornire un backup continuo. Le varie tempistiche sono configurate dagli utenti finali in base alle loro esigenze. Possono eseguire backup completi o incrementali, a seconda della quantità di spazio di archiviazione che l’utente finale desidera destinare ai backup e al ripristino. 

Le soluzioni di backup degli endpoint sono diventate molto popolari tra le PMI e le aziende grazie alla riduzione dei costi e alla facilità di implementazione. Le soluzioni di backup basate sul cloud hanno certamente aperto la strada a soluzioni di backup degli endpoint più accessibili e convenienti. 

Backup degli endpoint e sincronizzazione nel cloud

Qualcuno potrebbe chiedersi perché il backup dei dati dell’endpoint sia importante quando sembra così simile alla sincronizzazione automatica che avviene quando si utilizza un servizio basato sul cloud. È una buona domanda e la risposta richiede la conoscenza delle differenze tra la sincronizzazione dei file e il vero backup.

I servizi di sincronizzazione cloud (come OneDrive, Dropbox o Google Drive) non sono in grado di proteggere i dati dall’ampia gamma di potenziali minacce che le vere soluzioni di backup affrontano. La corruzione dei dati, il ransomware e altri tipi di malware si “sincronizzano” direttamente dal dispositivo infetto alla posizione di archiviazione remota. Anche se un utente cancella accidentalmente un file, di solito la cancellazione viene sincronizzata direttamente nel cloud e tutte le copie del file vengono rimosse. Sebbene alcuni servizi cloud offrano la possibilità di recuperare le cancellazioni accidentali, in genere archiviano tali file solo per pochi giorni. 

Le soluzioni di backup degli endpoint, anzi tutte le forme di backup e ripristino, sono costruite appositamente per l’unica missione di mantenere protetti i vostri file. Non sono strumenti di produttività in sé, quindi non scendono a compromessi quando si tratta di sicurezza e protezione dei dati. 

Backup di endpoint e datacenter

Avrete sicuramente sentito parlare di backup dei dati in una forma o nell’altra. Se non altro, l’idea potrebbe evocare il ricordo di dischi rigidi esterni o addirittura di unità a nastro utilizzate per creare copie di backup. Potreste anche aver sentito parlare di soluzioni di backup per data center o semplicemente di soluzioni di backup in cloud. 

In che modo il backup degli endpoint si inserisce in tutto questo, nello specifico? Dipende.

Molte soluzioni di backup per data center offrono una copertura per la sicurezza degli endpoint, ma non tutte lo fanno. Allo stesso modo, alcuni software di backup degli endpoint possono anche fornire una copertura completa del backup del data center. La sovrapposizione non è garantita con tutte le soluzioni presenti sul mercato. 

Ma se c’è una sovrapposizione, ci si potrebbe chiedere innanzitutto quale sia la differenza. 

Il backup del centro dati si riferisce alle soluzioni utilizzate come parte degli sforzi di disaster recovery e business continuity di un’organizzazione. Si tratta di soluzioni di backup su larga scala che potrebbero essere associate alla creazione di backup dell’intero database operativo di un’azienda. 

Il backup degli endpoint si riferisce in particolare all’archiviazione sicura di copie di backup effettuate da “endpoint” come laptop, desktop, telefoni e tablet. Se il backup del data center protegge il cervello dell’azienda, il backup degli endpoint protegge tutti gli altri organi e arti che ne fanno un organismo funzionante. 

Sapendo questo, sapete che la differenza maggiore tra il backup degli endpoint e quello dei data center è che i dati degli endpoint sono mobili. Gli endpoint sono utilizzati e spesso trasportati fisicamente dagli utenti finali dell’organizzazione.  

Questo porta a una considerazione importante. Poiché le soluzioni di protezione e backup degli endpoint lavorano direttamente con gli strumenti tecnologici degli utenti finali, è importante che queste misure non interferiscano con la produttività o aggiungano troppe variabili alla sicurezza. Affinché qualsiasi soluzione funzioni, deve essere utilizzata, configurata e completamente integrata nel flusso di lavoro: non c’è niente di peggio che perdere i dati perché un dipendente ha disattivato il software di sicurezza per comodità. 

Come funziona il backup degli endpoint?

Le soluzioni di backup degli endpoint possono variare notevolmente in termini di funzionalità, ma in genere estraggono i dati da un disco rigido o da un dispositivo locale e inviano copie protette, probabilmente crittografate, di tali dati a una posizione di archiviazione remota. I dati che vengono copiati e la loro frequenza sono configurati dal software stesso. 

Il piano di backup degli endpoint più efficace prevede la protezione di ogni file su ogni dispositivo. Nella maggior parte dei casi ciò è possibile senza richiedere troppe risorse, anche se i file di grandi dimensioni (si pensi alla produzione di media) potrebbero mettere a dura prova la stabilità della rete se il backup è frequente e completo.  

La maggior parte degli strumenti di backup offre agli utenti una dashboard centralizzata che mostra lo stato dei backup dei dispositivi e consente di ripristinare un singolo file o un intero sistema, comprese le applicazioni, le configurazioni, le preferenze e la personalizzazione da un’unica interfaccia.

L’integrità dei backup è un fattore chiave da non trascurare. Gli strumenti avanzati di protezione degli endpoint eseguono controlli automatici dei backup per garantire che questi siano verificati per un ripristino affidabile, convalidando ogni backup e fornendo una notifica all’IT in caso di problemi.

Caratteristiche delle soluzioni di backup degli endpoint

Esistono molte opzioni quando si tratta di soluzioni di backup degli endpoint. La soluzione ideale dipende da alcuni fattori, tra cui il budget, le esigenze di risorse e la libertà di configurazione necessaria. Tenendo conto di ciò, ci sono alcune caratteristiche importanti da ricercare prima di scegliere il prossimo strumento di backup degli endpoint della propria organizzazione:

Self-service

Molti utenti considerano il self-service una parte importante di una soluzione di backup. Poiché i moderni lavoratori operano da sedi diverse, in più fusi orari e con una varietà di dispositivi, può essere difficile offrire un’assistenza IT reattiva 24 ore su 24. Anche se tale sforzo viene fatto, le organizzazioni più grandi possono eliminare una grande quantità di stress dai loro team IT incorporando il self-service ogni volta che è possibile. Se gli utenti finali sono in grado di cercare i file, ripristinare i backup e tornare al lavoro senza ulteriori interventi, tutti ne guadagnano. 

Flessibilità

La tecnologia flessibile è apprezzata da tutti. Una protezione efficace dipende spesso dalla capacità del software di adattarsi alle proprie esigenze specifiche, alle integrazioni e alle specifiche tecniche. 

Automazione

L’automazione dei processi è essenziale per la produttività e la maturità operativa. Quanto più l’automazione può essere inserita in una soluzione, tanto più efficace sarà l’ambiente IT, a patto che l’automazione venga utilizzata correttamente e sfruttata al massimo.

Ottimizzazione delle risorse

I backup richiedono spazio di archiviazione e larghezza di banda, indipendentemente dallo strumento utilizzato. Prestate attenzione alle opzioni che offrono lo strozzamento della larghezza di banda, la deduplicazione, l’accelerazione di rete, la compressione e altri modi per ridurre al minimo l’uso della larghezza di banda e dello storage. 

Ho bisogno di un backup degli endpoint?

In una parola, sì. Questa risposta sicura e sincera deriva dal fatto che gli endpoint sono diventati un punto chiave per tutte le questioni di cybersecurity. 

In un recente rapporto State of Endpoint Security Risk di Ponemon, il 68% dei professionisti dell’IT/sicurezza ha dichiarato che la frequenza degli attacchi contro gli endpoint è aumentata negli ultimi 12 mesi. Inoltre, il 51% degli intervistati ritiene che gli attacchi agli endpoint abbiano successo perché le loro soluzioni di sicurezza degli endpoint non rilevano accuratamente le minacce. In molti casi, i danni derivanti dagli attacchi riusciti contro questi endpoint avrebbero potuto essere mitigati con i backup degli endpoint, anche se la soluzione di sicurezza degli endpoint stessa non ha individuato la minaccia. 

E questi inconvenienti possono verificarsi perché la natura stessa della sicurezza degli endpoint è cambiata molto di fronte all’evoluzione delle minacce. 

Un tempo la protezione degli endpoint consisteva nell’utilizzo di un antivirus basato sulla firma in ogni endpoint, una soluzione semplice che quasi tutti potevano fare da soli. Purtroppo, gli odierni attori delle minacce hanno sviluppato numerosi mezzi per aggirare le soluzioni AV tradizionali, rendendo necessarie soluzioni di sicurezza degli endpoint più avanzate.  

La protezione degli endpoint dell’organizzazione è diventata una questione a più livelli. Oltre ai backup degli endpoint, è necessario adottare altre misure di difesa, come ad esempio:

  • Uno strumento di whitelist delle applicazioni
  • Autenticazione a più fattori, ove possibile
  • Controllo dell’accesso alla rete
  • Software di gestione delle patch per garantire un rapido aggiornamento di tutte le risorse
  • Software anti-malware avanzato

Anche con tutte queste soluzioni, la gestione degli endpoint non è completa senza una soluzione di backup degli endpoint. Siate certi che una soluzione di backup e ripristino efficace e facile da usare garantirà la ripresa delle attività aziendali con un’interruzione minima nel caso in cui si verifichi il peggio.

Conclusioni

Il modo in cui lavoriamo è cambiato per sempre e per le organizzazioni è diventata una routine avere dipendenti e collaboratori in tutto il mondo. Le politiche “Bring your own device” (BYOD) offrono flessibilità, ma rappresentano anche un’ulteriore sfida per la sicurezza nell’aumento della forza lavoro remota.

Di conseguenza, gli endpoint sono oggi una delle parti più deboli della rete di un’organizzazione, con oltre il 70% delle violazioni che hanno origine dagli endpoint. Ecco perché il backup degli endpoint è un componente fondamentale di qualsiasi stack di sicurezza e la scelta del miglior fornitore di backup degli endpoint può fare la differenza.

Passi successivi

La protezione e la sicurezza dei dati importanti sono una componente vitale di ogni organizzazione. Con NinjaOne Backup puoi proteggere i dati aziendali fondamentali con soluzioni flessibili progettate per la forza lavoro moderna.

Per saperne di più su NinjaOne Backup, fai un tour dal vivo, scarica la nostra Guida all’acquisto di una soluzione di backup o inizia la tua prova gratuita della piattaforma NinjaOne.

Ti potrebbe interessare anche

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.

Termini e condizioni NinjaOne

Cliccando sul pulsante “Accetto” qui sotto, dichiari di accettare i seguenti termini legali e le nostre condizioni d’uso:

  • Diritti di proprietà: NinjaOne possiede e continuerà a possedere tutti i diritti, i titoli e gli interessi relativi allo script (compreso il copyright). NinjaOne ti concede una licenza limitata per l’utilizzo dello script in conformità con i presenti termini legali.
  • Limitazione d’uso: Puoi utilizzare lo script solo per legittimi scopi personali o aziendali interni e non puoi condividere lo script con altri soggetti.
  • Divieto di ripubblicazione: In nessun caso ti è consentito ripubblicare lo script in una libreria di script appartenente o sotto il controllo di un altro fornitore di software.
  • Esclusione di garanzia: Lo script viene fornito “così com’è” e “come disponibile”, senza garanzie di alcun tipo. NinjaOne non promette né garantisce che lo script sia privo di difetti o che soddisfi le tue esigenze o aspettative specifiche.
  • Assunzione del rischio: L’uso che farai dello script è da intendersi a tuo rischio. Riconosci che l’utilizzo dello script comporta alcuni rischi intrinseci, che comprendi e sei pronto ad assumerti.
  • Rinuncia e liberatoria: Non riterrai NinjaOne responsabile di eventuali conseguenze negative o indesiderate derivanti dall’uso dello script e rinuncerai a qualsiasi diritto legale o di equità e a qualsiasi rivalsa nei confronti di NinjaOne in relazione all’uso dello script.
  • EULA: Se sei un cliente NinjaOne, l’uso dello script è soggetto al Contratto di licenza con l’utente finale (EULA) applicabile.