Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

Inviando questo modulo, accetto La politica sulla privacy di NinjaOne.

Impatto dell’acquisizione di VMware da parte di Broadcom sugli utenti

Acquisizione di VMware da parte di Broadcom blog banner image

Il mondo digitale è pieno di cambiamenti, quindi non sono molte le situazioni che mettono in allarme i professionisti IT. Tuttavia, l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom rappresenta un’eccezione, poiché avrà un impatto su centinaia di migliaia di professionisti IT e sulle loro organizzazioni. Attualmente, VMware ha oltre 500.000 clienti in tutto il mondo che si affidano ai suoi servizi. L’acquisizione di VMware da parte di Broadcom, conclusa il 22 novembre 2023, potrebbe avere un impatto su ognuno di questi utenti. Quindi, per rispondere alla domanda che tutti si pongono, come influirà l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom sugli utenti di VMware? Andiamo subito alla risposta.

L’importanza dei software di virtualizzazione e cloud computing

Attualmente viviamo in un’epoca affascinante e ricca di tecnologie avanzate, come la virtualizzazione e il cloud computing. La virtualizzazione è una tecnologia unica che consente agli utenti di creare più sistemi IT simulati da un unico sistema fisico. Il cloud computing è la fornitura di risorse e servizi informatici tramite Internet. Nel mondo digitale di oggi, i professionisti dell’IT hanno bisogno di strumenti e soluzioni per rendere i loro progetti più facili, più veloci, più fluidi e più efficienti. Riducendo la necessità di apparecchiature fisiche e virtualizzando i sistemi, gli utenti IT sono in grado di ridurre i costi, aumentare l’efficienza, incrementare la produttività e migliorare la disponibilità.

VMware combina cloud computing e virtualizzazione in un’unica piattaforma per creare servizi di valore per i suoi utenti. Tra tutte le aziende di virtualizzazione che vendono virtual machine, hypervisor e altri servizi simili, VMware è in cima alla lista con una quota di mercato del 44,79%. Sono molti i motivi per cui VMware è popolare all’interno della comunità IT, come i bassi costi di proprietà, l’ampio supporto di sistemi operativi e applicazioni e la scalabilità. Tuttavia, a causa della recente acquisizione di VMware da parte di Broadcom, gli utenti di VMware temono che le imminenti modifiche volute da Broadcom possano costringerli a passare a strumenti alternativi.

Come l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom potrebbe avere un impatto sugli utenti VMware

Le acquisizioni aziendali sono complesse e sono molti i modi in cui l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom potrebbe avere un impatto sugli utenti VMware. Analizziamo di seguito in modo più dettagliato ciascuna delle diverse possibilità.

Quali sono i piani dopo l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom?

Il 22 novembre 2023, il presidente di Broadcom Hock Tan ha annunciato, per 61 miliardi di dollari, il completamento dell’acquisizione di VMware da parte di Broadcom con la seguente dichiarazione: “Oggi sono entusiasta di annunciare il successo dell’acquisizione di VMware da parte di Broadcom e l’inizio di una nuova ed entusiasmante era per tutti noi dell’azienda. VMware si unisce al nostro team incentrato sull’ingegneria e sull’innovazione, un altro importante passo avanti nella costruzione dell’azienda leader mondiale nella tecnologia delle infrastrutture.” Inoltre, ha illustrato il piano di Broadcom per VMware nel prossimo futuro, spiegando che l’obiettivo principale di Broadcom è la creazione di uno stack software chiamato VMware Cloud Foundation. Questo stack include molte funzionalità, tutte incentrate sul supporto di infrastrutture cloud private e ibride. Alcune funzionalità che gli utenti VMware avranno a a disposizione sono gli strumenti di Advanced Security per ampliare la sicurezza e la visibilità, VMware Tanzu per migliorare gli ambienti di app-dev e VMware Software Defined Edge per la comunicazione all’interno del perimetro aziendale. 

Che impatto avrà l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom?

Molti nella comunità IT si chiedono che impatto avrà l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom. Il punto di partenza migliore per rispondere a questa domanda è dare una breve occhiata alla storia di Broadcom che tende a ripetersi con ogni nuova organizzazione acquisita. 

Broadcom è un gigante dell’ingegneria e della tecnologia che esiste da oltre 60 anni e che di solito acquisisce organizzazioni che si concentrano sull’innovazione e sulle tecnologie emergenti. Broadcom acquisisce aziende e organizzazioni che offrono prodotti o servizi all’avanguardia e le porta al livello successivo migliorando in modo significativo l’attuale prodotto/servizio o aggiungendo nuove caratteristiche uniche che consentono di superare i concorrenti. Finora sembra che Broadcom stia seguendo lo stesso schema con VMware, acquisendo l’azienda e aggiungendo uno stack software che la aiuterà a rimanere al vertice del mercato della virtualizzazione.

Modifiche dei servizi VMware che gli utenti dovrebbero conoscere

Ci sono alcune modifiche significative ai servizi di VMware che avranno un impatto diretto sugli utenti. Uno di questi cambiamenti è il passaggio da una licenza perpetua a un modello di offerta in abbonamento. Questo modello è più in linea con le attuali tendenze del mercato, ma potrebbe finire per aumentare i costi per gli utenti nel lungo periodo. Inoltre, nonostante la dichiarazione dell’amministratore delegato Hock Tan sul fatto che i prezzi non sarebbero aumentati a causa della fusione, in realtà i prezzi sono stati aumentati subito dopo il completamento della acquisizione. Come discusso nella comunità IT Reddit, alcuni professionisti IT avevano previsto questa eventualità e hanno scelto di pagare i servizi prima del completamento dell’acquisizione per evitare gli aumenti di prezzo.

Un altro cambiamento importante è la decisione di Broadcom di dismettere il software di sicurezza Carbon Black di VMware e il kit di end-user computing, che comprende la virtualizzazione dei desktop, la gestione dei dispositivi mobili (MDM) e la pubblicazione di applicazioni. Sono state individuate come risorse non necessarie che non supportano l’attenzione di Broadcom verso gli ambienti cloud privati e ibridi, quindi saranno separati da VMware.

Le modifiche apportate da Broadcom a VMware sono vantaggiose o dannose per gli utenti?

Nel complesso, gli utenti possono aspettarsi alcuni cambiamenti significativi dall’acquisizione di VMware da parte di Broadcom, ma è ancora presto per capire se i cambiamenti saranno positivi o meno. Alcuni cambiamenti, come l’introduzione di VMware Cloud Foundation, possono essere molto vantaggiosi per gli utenti, mentre altri, come la rimozione degli strumenti di end-user computing o il rapido aumento dei prezzi, potrebbero avere un impatto negativo. Ogni organizzazione e professionista IT ha preferenze, attività e flussi di lavoro unici, quindi al momento non è possibile determinare se le modifiche di VMware siano positive o negative; probabilmente sarà una valutazione da fare caso per caso, più che una considerazione generale. 

Quali sono le opzioni per gli utenti che subiscono un impatto dell’acquisizione di VMware da parte di Broadcom?

Le modifiche apportate da Broadcom a VMware potrebbero non essere un grosso problema per alcuni utenti, ma per altri potrebbero rappresentare un punto di rottura. Se il passaggio da un modello di prezzo a licenza a uno a sottoscrizione, la dismissione degli strumenti di end-user computing o altri cambiamenti importanti influiranno negativamente sulla tua attività, potrebbe essere il momento di cercare delle alternative. 

Fortunatamente, ci sono molti fornitori tra cui scegliere nel mercato della virtualizzazione e del cloud computing. Per esempio, se hai bisogno di una soluzione di monitoraggio e gestione degli endpoint simile a VMware Workspace One, NinjaOne è una scelta eccellente. NinjaOne aumenta la produttività e l’efficienza dell’IT grazie alla visibilità in un’unica dashboard, alle funzioni intuitive, alle opzioni di automazione e altro ancora. Altre soluzioni degne di nota che dispongono di strumenti o funzionalità simili a quelle di VMware sono Nutanix Cloud Manager (NCM), IBM Turmonomic e Citrix DaaS.

Suggerimenti per il cambio di piattaforma di end-user computing

Attualmente sono oltre 60.000 i clienti che utilizzano la piattaforma di end-user computing di VMware. A causa della recente acquisizione di Broadcom e delle importanti modifiche che ne sono derivate, molti team IT sono alla ricerca di altre opzioni. 

Cambiare piattaforma di end-user computing generalmente non è divertente. Si tratta di un’operazione lunga e noiosa, ma con un po’ di pianificazione e preparazione, i professionisti IT possono rendere il processo più fluido, veloce e semplice per tutti i soggetti coinvolti. Utilizza questi suggerimenti per effettuare una transizione fluida ed efficiente verso la nuova soluzione software:

1) Assicurati che la nuova soluzione sia adatta al tuo team IT

Prima di fare qualsiasi progetto o di modificare la tua infrastruttura IT, assicurati che la tua nuova piattaforma di end-user computing disponga di tutti gli strumenti e le funzionalità necessarie. Per esempio, se sei alla ricerca di una soluzione di monitoraggio e gestione delle virtual machine, avrai bisogno di una piattaforma che offra visibilità completa, notifiche e avvisi automatici, report completi e funzioni intuitive di gestione delle VM, come per esempio NinjaOne. Prima dell’implementazione, verifica sempre che la nuova piattaforma sia dotata di tutto ciò di cui il tuo team IT ha bisogno.

2) Imposta un piano per il passaggio

Un modo per rendere più semplice per tutte le parti coinvolte il passaggio al nuovo software è quello di definire un piano graduale. Questo piano delinea il processo dall’inizio alla fine, in modo che tutti lavorino nella stessa direzione. È possibile includere nel piano anche delle scadenze, in modo che tutti i compiti e i progetti associati alla transizione siano completati in tempo. 

3) Fornisci formazione e tutorial

L’acquisizione di una nuova piattaforma di end-user computing comporta quasi sempre una curva di apprendimento, quindi è meglio fornire formazione o tutorial a tutti coloro che utilizzeranno lo strumento. Spesso i partner offrono una formazione approfondita, demo e guide per aiutarti a ottenere il massimo dalla tua soluzione software. Per esempio, NinjaOne non solo offre un’ampia gamma di Demo gratuite dell’RMM di NinjaOne sul suo sito web, ma fornisce anche utili walk-through, esercitazioni e altre risorse simili per i partner.

4) Comunica durante la transizione

Durante la transizione alla nuova piattaforma, è essenziale comunicare spesso con tutte le parti coinvolte. La mancanza di comunicazione può creare diversi tipi di problemi, quindi è meglio evitarli fin dall’inizio ed effettuare chiamate o inviare e-mail o messaggi che comunichino i cambiamenti e le aspettative correlate.

5) Conferma che tutti i dati e i sistemi attuali sono stati trasferiti alla nuova soluzione

L’ultima cosa di cui i team IT hanno bisogno è cercare di utilizzare un nuovo sistema mentre i vecchi dati e le vecchie informazioni sono ancora sul vecchio sistema. Per un’implementazione senza problemi, trasferisci i tuoi dati e integra i tuoi sistemi attuali con quello nuovo. La compatibilità è fondamentale in questa fase, perché se i sistemi non sono compatibili, non sarai in grado di utilizzare efficacemente i nuovi strumenti.

Devi passare da Workspace ONE di VMware a una nuova soluzione per i tuoi team IT ibridi o remoti? Prendi in considerazione NinjaOne, una piattaforma RMM intuitiva che è stata classificata al primo posto da G2 nelle categorie gestione degli endpoint, RMM e patch management. La soluzione di gestione degli endpoint di NinjaOne aiuta i team IT a gestire e monitorare sia le macchine fisiche che quelle virtuali, assicurando che l’infrastruttura IT sia sicura e funzioni in modo ottimale in ogni momento. Automatizza le attività, ottieni una visibilità completa di tutti i sistemi e gestisci i tuoi ambienti IT da un’unica interfaccia con NinjaOne.

Conclusioni

Nei prossimi mesi, gli utenti di VMware potranno aspettarsi ulteriori cambiamenti causati dall’acquisizione di VMware da parte di Broadcom. Tuttavia, l’impatto complessivo di questa acquisizione sugli utenti dovrà essere determinato caso per caso, poiché ogni team IT utilizza VMware e i suoi strumenti in modo diverso. Se il nuovo stack software di VMware, le nuove funzionalità e l’attenzione agli ambienti cloud privati e ibridi sono in grado di supportare gli obiettivi del tuo team IT, l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom potrebbe avere un impatto positivo sulla tua organizzazione. D’altra parte, se i nuovi prezzi di VMware basati su abbonamento, la dismissione del software di sicurezza Carbon Black e degli strumenti di end-user computing e altri importanti cambiamenti da parte di Broadcom avranno un impatto negativo sul tuo team IT, potrebbe essere il momento di cercare una nuova soluzione.

Passi successivi

La creazione di un team IT efficiente ed efficace richiede una soluzione centralizzata che funga da principale strumento di erogazione dei servizi. NinjaOne consente ai team IT di monitorare, gestire, proteggere e supportare tutti i dispositivi, ovunque essi si trovino, senza la necessità di una complessa infrastruttura locale.

Scopri qualcosa in più su NinjaOne Endpoint Management, fai un tour dal vivoinizia la tua prova gratuita della piattaforma NinjaOne.

Ti potrebbe interessare anche

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.

Termini e condizioni NinjaOne

Cliccando sul pulsante “Accetto” qui sotto, dichiari di accettare i seguenti termini legali e le nostre condizioni d’uso:

  • Diritti di proprietà: NinjaOne possiede e continuerà a possedere tutti i diritti, i titoli e gli interessi relativi allo script (compreso il copyright). NinjaOne ti concede una licenza limitata per l’utilizzo dello script in conformità con i presenti termini legali.
  • Limitazione d’uso: Puoi utilizzare lo script solo per legittimi scopi personali o aziendali interni e non puoi condividere lo script con altri soggetti.
  • Divieto di ripubblicazione: In nessun caso ti è consentito ripubblicare lo script in una libreria di script appartenente o sotto il controllo di un altro fornitore di software.
  • Esclusione di garanzia: Lo script viene fornito “così com’è” e “come disponibile”, senza garanzie di alcun tipo. NinjaOne non promette né garantisce che lo script sia privo di difetti o che soddisfi le tue esigenze o aspettative specifiche.
  • Assunzione del rischio: L’uso che farai dello script è da intendersi a tuo rischio. Riconosci che l’utilizzo dello script comporta alcuni rischi intrinseci, che comprendi e sei pronto ad assumerti.
  • Rinuncia e liberatoria: Non riterrai NinjaOne responsabile di eventuali conseguenze negative o indesiderate derivanti dall’uso dello script e rinuncerai a qualsiasi diritto legale o di equità e a qualsiasi rivalsa nei confronti di NinjaOne in relazione all’uso dello script.
  • EULA: Se sei un cliente NinjaOne, l’uso dello script è soggetto al Contratto di licenza con l’utente finale (EULA) applicabile.