Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

Inviando questo modulo, accetto La politica sulla privacy di NinjaOne.

Login remoto diretto e indiretto: qual è la differenza?

Con il significativo aumento del lavoro a distanza il login remoto è diventato una pratica comune per molte organizzazioni. Offre flessibilità e convenienza, ma introduce anche nuovi concetti, come per esempio quelli di login remoto diretto e indiretto.

Che cos’è il login remoto?

Il login remoto è un altro termine per indicare l’accesso remoto e si riferisce al processo di accesso a un computer o a una rete da una posizione distante. Questa funzionalità è spesso utilizzata dalle aziende per consentire ai dipendenti di lavorare da casa o in viaggio e dai professionisti IT per risolvere i problemi tecnici senza dover essere fisicamente presenti sul computer problematico.

Che cos’è il login remoto indiretto?

In un login remoto indiretto, la connessione al sistema di destinazione non avviene direttamente. Avviene invece tramite un sistema intermedio. L’utente si collega prima a questo sistema intermedio, poi da lì stabilisce un’altra connessione al sistema di destinazione.

Che cos’è il login remoto diretto?

A differenza di quello indiretto, il login remoto diretto consente all’utente di stabilire una connessione direttamente al sistema di destinazione senza utilizzare alcun sistema intermedio. Questo tipo di login è in genere più rapido e semplice, dato che comporta un minor numero di passaggi.

Differenze

Sebbene i login remoti diretti e indiretti abbiano lo stesso scopo, cioè quello consentire l’accesso remoto, si differenziano per diversi aspetti.

  1. Percorso di connessione: Nel login da remoto di tipo diretto c’è un percorso diretto dal sistema di origine a quello di destinazione. Quello indiretto invece comporta un passaggio aggiuntivo in cui la connessione passa attraverso un sistema intermedio prima di raggiungere l’obiettivo.
  2. Sicurezza: Il login da remoto remoto di tipo indiretto può essere considerato più sicuro. Il sistema intermedio può fungere da buffer di sicurezza, aggiungendo un ulteriore livello di protezione contro gli accessi non autorizzati. Tuttavia, ciò va a scapito della velocità e della semplicità.
  3. Complessità: Il login remoto diretto è più semplice e intuitivo, mentre quello indiretto comporta più passaggi e quindi può essere considerato più complesso.

Riepilogo

I login remoti diretti e indiretti presentano entrambi pro e contro, e la scelta dell’una o dell’altra soluzione dipende in larga misura dalle circostanze specifiche e dalle esigenze dell’utente o dell’organizzazione. I fattori determinanti possono essere la tipologia di attività svolta, il livello di sicurezza richiesto e le capacità tecniche degli utenti.

Passi successivi

La creazione di un team IT efficiente ed efficace richiede una soluzione centralizzata che funga da principale strumento per la fornitura di servizi. NinjaOne consente ai team IT di monitorare, gestire, proteggere e supportare tutti i dispositivi, ovunque essi si trovino, senza la necessità di una complessa infrastruttura locale.

Per saperne di più su NinjaOne Endpoint Management, fai un tour dal vivo, o inizia la tua prova gratuita della piattaforma NinjaOne.

You might also like

Che cos’è il consumo di banda?

Che cos’è il CMDB? Panoramica del database di gestione della configurazione

Che cos’è un pacchetto software?

Che cos’è l’802.11ac Wave 2?

Cosa sono gli ISV (fornitori indipendenti di software)?

Che cos’è lo Storage as a Service (STaaS)?

Che cos’è Traceroute?

Che cos’è l’annotazione dei dati?

Che cos’è il FIM (monitoraggio dell’integrità dei file)?

Che cos’è uno schema del database?

Che cos’è il DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol)?

Che cos’è una query del database?

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.