Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

Inviando questo modulo, accetto La politica sulla privacy di NinjaOne.

Backup di file e d’immagini: quale usare e quando

Backup di file e backup di immagini

Se per la maggior parte dei clienti PMI “backup” può significare semplicemente “backup”, gli MSP sanno che esiste un’ampia varietà di strumenti e opzioni per portare a termine il lavoro. In questo post analizzeremo le differenze tra due dei principali tipi di backup, (backup di file e d’immagini) e condivideremo esempi di situazioni in cui ciascuno di essi può funzionare al meglio.

Per prima cosa, eliminiamo le definizioni generiche.

Che cos’è il backup di file e cartelle?

Il backup di file e cartelle è progettato per fare esattamente ciò che il nome implica: proteggere i dati aziendali critici dall’eliminazione accidentale, dal danneggiamento o dalla perdita. Si esegue il backup di file generati direttamente o indirettamente dall’utente, piuttosto che di file generati dal sistema, eseguibili o simili. Grazie all’ambito mirato di questi strumenti, spesso il backup dei file è più veloce, il ripristino dei file è più rapido e l’utilizzo dello spazio di archiviazione ridotto.

Che cos’è il backup delle immagini?

I backup delle immagini scattano un’istantanea di un intero sistema in un determinato momento: il sistema operativo, i dati delle applicazioni, le impostazioni di sistema, le patch e i file. In questo modo gli MSP hanno la possibilità di ripristinare il sistema e i suoi dati in caso di ricostruzione necessaria o di ripristino su un’altra macchina (fisica o virtuale) in caso di disastro. Il vantaggio principale del backup delle immagini è che è completo e che elimina la necessità di determinare quali file e cartelle devono essere sottoposti a backup/recupero e quali no. Inoltre, elimina il rischio di dover reinstallare e riconfigurare i sistemi in caso di gravi infezioni da malware o altri disastri. Lo svantaggio corrispondente è che il backup e il ripristino di immagini complete possono richiedere più tempo, risorse e costi.

Quando ha senso fare il backup di file e cartelle?

Gli MSP dovrebbero disporre di soluzioni di backup sia di file che di immagini, ma ci sono scenari specifici in cui ciascuna di esse presenta chiari vantaggi. Per i backup dei file, questi scenari includono:

  • La maggior parte delle workstation e dei laptop
  • Qualsiasi dispositivo utilizzato dai lavoratori remoti
  • Utenti finali con file critici e frequenti richieste di ripristino

La maggior parte degli utenti finali delle piccole imprese non ha bisogno di configurazioni complesse degli endpoint o di una profonda personalizzazione dei dispositivi per svolgere il proprio lavoro. Pensaci: la maggior parte delle workstation e dei laptop supportati sono probabilmente personalizzati in minima parte con alcune applicazioni aziendali o di produttività, alcune piccole modifiche di configurazione per migliorare la sicurezza e forse alcune modifiche alle impostazioni per migliorare la produttività, tutte cose che possono essere facilmente reimpostate tramite RMM in caso di emergenza. Spesso i loro file sono la cosa più preziosa sui loro dispositivi. I dirigenti, ad esempio, possono insistere affinché i file critici sui loro computer portatili siano protetti e disponibili in ogni momento. In questi casi, il backup dei file è una scelta obbligata per diversi motivi:

  • Velocità del ripristino. Le soluzioni per file e cartelle sono concepite per il ripristino: se un file viene accidentalmente eliminato o si corrompe, non si vuole dover ripristinare un’immagine completa o far girare l’immagine nel cloud solo per ripristinare un file. Le soluzioni di backup di file e cartelle sono ottimizzate per consentire il ripristino rapido di singoli file o di intere cartelle in remoto. Si può anche dare agli utenti finali la possibilità di ripristinare i propri file.
  • Flessibilità del ripristino. Il backup dell’immagine riproduce un’istantanea di tutto ciò che è presente su un dispositivo, comprese le configurazioni. Spesso queste configurazioni e questi driver sono legati all’hardware specifico incorporato nel dispositivo. Ciò può rendere difficile il ripristino, soprattutto se si tratta di ripristinare un hardware diverso. Se una workstation o un portatile viene smarrito, rubato o danneggiato in modo irreparabile, è probabile che l’utente finale voglia sostituirlo con un modello diverso o più recente. In questi casi, spesso può essere più veloce utilizzare una nuova installazione di Windows e ripristinare i file piuttosto che scaricare un’intera immagine e ripristinare tutto su un hardware diverso.
  • Mobilità. A causa degli elevati requisiti di archiviazione, molte soluzioni di backup delle immagini richiedono un qualche tipo di archiviazione locale. Per la maggior parte delle PMI o delle organizzazioni con forza lavoro distribuita o remota, questa può essere una proposta incredibilmente costosa. Il backup diretto delle immagini su cloud può diventare molto costoso anche per le workstation, a causa delle loro dimensioni maggiori. Grazie ai requisiti di archiviazione di gran lunga inferiori e al metodo di backup diretto su cloud, le soluzioni di backup di file e cartelle consentono una forza lavoro più remota e mobile.
  • Costo di stoccaggio. Le dimensioni dell’immagine di base per un dispositivo Windows 10 aggiornato con i soli file di sistema possono raggiungere i 20 GB. Se a ciò si aggiungono le applicazioni e i file di cui l’utente ha bisogno, i backup delle immagini diventano molto grandi, molto rapidamente. Quando si paga per l’archiviazione, il costo può diventare rapidamente esoso. L’impiego di backup di file e cartelle per macchine che non necessitano realmente di backup completi dell’immagine può contribuire a ridurre i costi e fornire una protezione più efficace dei dati.

Quando il backup delle immagini è più ideale?

  • Server
  • Sistemi complessi e altamente configurati
  • Quando il costo dei tempi di inattività supera il costo dell’archiviazione per l’azienda del cliente

Il backup delle immagini è stato creato per ridurre al minimo i tempi di inattività in caso di disastro per sistemi complessi e critici per l’azienda, come i server. Sebbene molti prodotti di backup delle immagini possano anche eseguire ripristini a livello di file e cartelle, la funzione principale del backup delle immagini è quella di consentire il ripristino completo bare-metal. I backup delle immagini consentono inoltre agli MSP di virtualizzare molto rapidamente un server fino alla configurazione di un nuovo server fisico, riducendo al minimo l’impatto di un’interruzione sull’attività dei clienti. Per questo motivo, è il metodo di backup preferito in tutti gli scenari in cui l’acquisto e la configurazione di un nuovo sistema richiederebbe più tempo di un ripristino dell’immagine e/o in tutti gli scenari in cui l’aumento del costo di archiviazione è giustificato dal costo potenziale ancora più elevato dei tempi di inattività.

Conclusione

Molti MSP sembrano scegliere il backup delle immagini come colonna portante della loro offerta di protezione dei dati. Ogni MSP dovrebbe avere un prodotto di immagine nel proprio stack, ma molti scopriranno che l’aggiunta di una soluzione affidabile di backup di file e cartelle consentirà loro di fornire un backup ancora più efficace su un maggior numero di endpoint e con margini più elevati.

A proposito di…?

Lo sapevi? NinjaOne ha appena rilasciato una nuova soluzione di backup di file e cartelle basato sul cloud, costruita per essere veloce, affidabile, sicura e completamente integrata con la nostra piattaforma RMM di punta. Ti piacerebbe darci un’occhiata? Scopri di più qui.

Passi successivi

La protezione e la sicurezza dei dati importanti sono una componente vitale di ogni organizzazione. Con NinjaOne Backup puoi proteggere i dati aziendali fondamentali con soluzioni flessibili progettate per la forza lavoro moderna.

Per saperne di più su NinjaOne Backup, fai un tour dal vivo, scarica la nostra Guida all’acquisto di una soluzione di backup o inizia la tua prova gratuita della piattaforma NinjaOne.

Ti potrebbe interessare anche

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.

Termini e condizioni NinjaOne

Cliccando sul pulsante “Accetto” qui sotto, dichiari di accettare i seguenti termini legali e le nostre condizioni d’uso:

  • Diritti di proprietà: NinjaOne possiede e continuerà a possedere tutti i diritti, i titoli e gli interessi relativi allo script (compreso il copyright). NinjaOne ti concede una licenza limitata per l’utilizzo dello script in conformità con i presenti termini legali.
  • Limitazione d’uso: Puoi utilizzare lo script solo per legittimi scopi personali o aziendali interni e non puoi condividere lo script con altri soggetti.
  • Divieto di ripubblicazione: In nessun caso ti è consentito ripubblicare lo script in una libreria di script appartenente o sotto il controllo di un altro fornitore di software.
  • Esclusione di garanzia: Lo script viene fornito “così com’è” e “come disponibile”, senza garanzie di alcun tipo. NinjaOne non promette né garantisce che lo script sia privo di difetti o che soddisfi le tue esigenze o aspettative specifiche.
  • Assunzione del rischio: L’uso che farai dello script è da intendersi a tuo rischio. Riconosci che l’utilizzo dello script comporta alcuni rischi intrinseci, che comprendi e sei pronto ad assumerti.
  • Rinuncia e liberatoria: Non riterrai NinjaOne responsabile di eventuali conseguenze negative o indesiderate derivanti dall’uso dello script e rinuncerai a qualsiasi diritto legale o di equità e a qualsiasi rivalsa nei confronti di NinjaOne in relazione all’uso dello script.
  • EULA: Se sei un cliente NinjaOne, l’uso dello script è soggetto al Contratto di licenza con l’utente finale (EULA) applicabile.