Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

Quanto costa un software di backup su cloud?

Quanto costa un software di backup su cloud

Le soluzioni di backup su cloud sono caratterizzate da offerte diverse, ognuna con una propria serie di funzionalità, misure di sicurezza e modelli di prezzo. La nostra analisi esaminerà le varie componenti che costituiscono il costo dell’utilizzo di questi servizi, dalle spese di archiviazione e di larghezza di banda alle spese di trasferimento e recupero dei dati. Oltre agli aspetti finanziari immediati, approfondiremo anche i vantaggi intangibili, come la scalabilità, le capacità di disaster recovery e la riduzione dei costi dell’infrastruttura locale. 

Indipendentemente dal fatto che tu sia un professionista IT incaricato di ottimizzare la strategia di protezione dei dati della tua organizzazione o un responsabile decisionale alla ricerca di una soluzione conveniente per le esigenze in evoluzione della tua azienda, questo articolo si propone di fornire gli approfondimenti necessari per una comprensione generale di quanto costa un software di backup su cloud e del suo ruolo nel mondo odierno incentrato sui dati.

In questo articolo vengono trattati i seguenti argomenti:

  • Perché il software di backup su cloud è importante?
  • Il valore degli strumenti di backup su cloud
  • Soluzioni, caratteristiche e opzioni software di backup su cloud
  • Modelli di tariffe dei servizi di backup su cloud
  • Guida ai prezzi del software di backup su cloud
  • Scegliere la migliore soluzione di backup su cloud

Perché il software di backup su cloud è importante?

L’importanza delle soluzioni di backup su cloud non può essere sottovalutata, in quanto forniscono un mezzo sicuro e scalabile per salvaguardare i dati critici in un mondo sempre più digitale e interconnesso. Offrono alle aziende e ai privati una strategia affidabile per proteggersi dalla perdita di dati dovuta a guasti hardware, disastri, attacchi informatici o eliminazioni involontarie. I servizi di backup su cloud garantiscono la ridondanza dei dati, consentendo un rapido ripristino e la continuità delle operazioni, il che è fondamentale per la resilienza aziendale e la conformità alle normative sulla protezione dei dati. 

In più, eliminano la necessità di una costosa infrastruttura on-premise e offrono la flessibilità necessaria per adattarsi ai cambiamenti delle esigenze di archiviazione. Con la crescita del volume e dell’importanza dei dati, le soluzioni di backup su cloud rimangono una colonna portante del moderno panorama della gestione e della sicurezza dei dati, garantendo l’integrità e la disponibilità dei dati in un ecosistema digitale in continua evoluzione.

Quanto costa un software di backup su cloud?

Il vero valore dei backup sul cloud per le aziende risiede nella loro capacità di fornire una strategia di protezione dei dati completa e conveniente, offrendo diversi vantaggi tangibili:

Resilienza dei dati e continuità aziendale

I backup su cloud assicurano che i dati critici siano archiviati in centri dati utilizzando la ridondanza geografica, riducendo il rischio di perdita di dati a causa di guasti hardware, disastri naturali o attacchi informatici. Ad esempio, nel 2019, quando un incendio in un importante centro dati in Europa ha interrotto i servizi di diverse aziende, quelle che disponevano di backup su cloud hanno potuto ripristinare rapidamente le loro attività, riducendo al minimo i tempi di inattività e le perdite finanziarie.

Scalabilità

Le soluzioni di backup su cloud possono scalare la capacità di archiviazione in base alla domanda. Tale elasticità è particolarmente importante per le aziende con esigenze di archiviazione dei dati variabili. 

Efficienza dei costi

I backup su cloud eliminano le spese di capitale iniziali associate all’acquisto e alla manutenzione dell’infrastruttura di backup on-premise. Questa efficienza dei costi è esemplificata da Dropbox, che ha migrato dai backup tradizionali a una soluzione basata sul cloud, riducendo i costi operativi di circa il 75%.

Sicurezza

I fornitori di cloud investono molto nella sicurezza dei dati, impiegando crittografia, controlli di accesso e meccanismi di rilevamento delle minacce all’avanguardia. Questo livello di sicurezza supera spesso le capacità di molte aziende. 

Accessibilità remota

I backup su cloud consentono l’accesso remoto ai dati da qualsiasi luogo con una connessione a Internet. Durante la pandemia COVID-19, le aziende che si sono affidate ai backup su cloud hanno facilitato il lavoro remoto, consentendo ai dipendenti di accedere ai dati critici in modo sicuro.

Versioning e ripristino

Molte soluzioni di backup su cloud offrono funzionalità di versioning, consentendo agli utenti di ripristinare le versioni precedenti dei file. Questa funzione può essere utile quando si verifica una corruzione dei dati, come nel caso di un attacco ransomware. Colonial Pipeline è riuscita a riprendersi più rapidamente da un attacco ransomware ripristinando i propri dati da backup archiviati nel cloud.

Caratteristiche comuni degli strumenti di backup e ripristino nel cloud

Gli strumenti di backup su cloud dispongono di varie funzionalità progettate per rendere efficienti e affidabili l’archiviazione, il ripristino e la protezione dei dati. Anche se le caratteristiche specifiche possono variare a seconda del fornitore di servizi, ecco alcune funzionalità comuni che si possono trovare in molti strumenti di backup su cloud:

  • Pianificazione automatica dei backup: Gli strumenti di backup su cloud consentono in genere agli utenti di programmare regolarmente i backup automatici. In questo modo si garantisce un backup continuo dei dati senza interventi manuali.
  • Backup incrementali: La maggior parte delle soluzioni di backup su cloud offre backup incrementali, in cui vengono archiviate solo le modifiche apportate dall’ultimo backup. In questo modo si riduce la quantità di dati trasferiti e archiviati, risparmiando larghezza di banda e spazio di archiviazione.
  • Selezione di file e cartelle: Gli utenti possono solitamente selezionare file e cartelle specifici da includere o escludere dai backup. Questo livello di granularità consente la personalizzazione in base all’importanza dei diversi dati.
  • Versioning: Molti strumenti di backup basati sul cloud offrono il versioning, consentendo agli utenti di ripristinare le versioni precedenti dei file. Ciò è particolarmente utile per il recupero dalla corruzione dei dati, dalla eliminazione involontaria o dagli attacchi malware.
  • Compressione e deduplicazione dei dati: Le tecniche di compressione e deduplicazione dei dati vengono utilizzate per ridurre le dimensioni dei backup, ottimizzando lo spazio di archiviazione e minimizzando i tempi di trasferimento dei dati.
  • Crittografia: La sicurezza dei dati è fondamentale. Gli strumenti di backup su cloud in genere crittografano i dati durante la trasmissione e l’archiviazione utilizzando protocolli di crittografia standard del settore per proteggere dall’accesso non autorizzato.
  • Compatibilità multipiattaforma: Questi strumenti sono spesso forniti come soluzioni software-as-a-service (SaaS), che consentono di supportare diversi sistemi operativi, dispositivi e piattaforme.
  • Ripristino dei dati: Gli utenti possono ripristinare rapidamente i dati di backup, sia sul dispositivo originale che su un altro, garantendo la disponibilità dei dati in caso di guasti o sostituzioni dell’hardware.
  • Accesso remoto: Alcune soluzioni di backup su cloud offrono l’accesso remoto ai file di backup, consentendo agli utenti di recuperare i propri dati da qualsiasi luogo con una connessione a Internet.
  • Condivisione di file e collaborazione: Alcuni servizi di backup su cloud includono anche funzioni di condivisione dei file e collaborazione, consentendo ai team di lavorare sui documenti in modo collaborativo e di condividere i file in modo sicuro.
  • Criteri di conservazione: Gli utenti possono definire criteri di conservazione che stabiliscono la durata dei backup. Questo aiuta a rispettare le normative sulla conservazione dei dati e a ottimizzare i costi di archiviazione.
  • Avvisi e notifiche: Gli strumenti di backup su cloud spesso forniscono notifiche e avvisi per informare gli utenti sullo stato dei loro backup, compresi i backup riusciti, gli errori o i limiti dello spazio di archiviazione.
  • Reportistica e monitoraggio: Gli utenti possono in genere monitorare l’attività di backup e l’utilizzo dello spazio di archiviazione attraverso reportistica e dashboard. Ciò aiuta a gestire i backup in modo efficiente.
  • Supporto per unità e dispositivi esterni: I servizi di backup su cloud possono consentire agli utenti di eseguire il backup dei dati da unità e dispositivi esterni, come unità USB e dispositivi NAS (Network Attached Storage).
  • Integrazione API: Alcune soluzioni di backup nel cloud offrono API per l’integrazione con altre applicazioni e servizi, consentendo l’automazione e la personalizzazione dei processi di backup.
  • Ridondanza geografica: I dati sono spesso archiviati in più centri dati in diverse posizioni geografiche per garantire la ridondanza e la disponibilità dei dati in caso di interruzioni o disastri regionali.
  • Scalabilità: Le soluzioni di backup su cloud possono scalare la capacità di archiviazione in base alle esigenze dell’utente, adattandosi alle variazioni del volume dei dati.
  • Assistenza clienti e documentazione: I fornitori affidabili di backup su cloud offrono assistenza ai clienti e una documentazione completa per assistere gli utenti nella configurazione, nella risoluzione dei problemi e nell’utilizzo.

Modelli di prezzo dei servizi di backup su cloud

I modelli di prezzo del backup su cloud variano a seconda del fornitore di servizi e delle funzionalità offerte. Ecco alcuni modelli di prezzo comuni per le soluzioni di backup su cloud:

  • Pay-As-You-Go (PAYG): Questo modello addebita i clienti in base all’utilizzo effettivo, in genere calcolato in base alla quantità di dati archiviati, al trasferimento di dati e al numero di operazioni di backup. La tariffa PAYG è flessibile e adatta alle aziende con esigenze di backup dei dati variabili.
  • Prezzi basati sullo spazio di archiviazione: In questo modello, i clienti vengono addebitati in base alla quantità di spazio di archiviazione utilizzato. I livelli di prezzo spesso includono diverse opzioni di capacità di archiviazione, con livelli più alti che ospitano più dati ad un costo maggiore. Questo modello è semplice, ma può portare a costi troppo elevati se il volume dei dati non si allinea con i livelli massimi assicurati.
  • Prezzi basati sul trasferimento dati o sulla larghezza di banda: Alcuni servizi di backup su cloud addebitano ai clienti il trasferimento dei dati da e verso il loro archivio nel cloud. Questo può includere sia il caricamento (backup dei dati) che il download (recupero dei dati). Le organizzazioni con elevate esigenze di trasferimento dati possono incorrere in costi significativi utilizzando questo modello.
  • Prezzi per utente: Particolarmente diffuso tra le soluzioni di backup su cloud per aziende, questo modello prevede l’addebito di una tariffa fissa per utente o dispositivo. È adatto alle organizzazioni con un numero noto di utenti, consentendo di prevedere i costi.
  • Prezzi per dispositivo: In questo modello, i clienti pagano in base al numero di dispositivi (ad esempio, computer portatili, server, dispositivi mobili) di cui viene eseguito il backup. Ad ogni dispositivo può essere associato un costo fisso mensile o annuale.
  • Prezzi in base alla frequenza di backup: Alcuni fornitori di backup su cloud applicano tariffe in base alla frequenza dei backup. Ad esempio, potrebbe essere applicato un costo più elevato per backup più frequenti, come le opzioni di backup orario o continuo.
  • Prezzi aziendali e personalizzati: Le grandi aziende e le organizzazioni con esigenze di backup particolari possono negoziare prezzi personalizzati con i fornitori di backup su cloud. Ciò può includere sconti sui volumi, accordi speciali sui livelli di servizio (SLA) e soluzioni personalizzate.
  • Prezzi differenziati: I fornitori di backup su cloud offrono spesso diversi livelli di servizio o pacchetti a vari livelli di prezzo, ciascuno con una serie specifica di funzionalità e capacità di archiviazione. I clienti possono scegliere il livello più adatto alle loro esigenze e al loro budget.
  • Prezzi basati sulla conservazione: Alcuni fornitori addebitano il costo in base al tempo di conservazione dei dati nell’archivio di backup. Periodi di conservazione più lunghi possono comportare costi maggiori.
  • Sconti per l’utilizzo basato sull’impegno: I provider possono offrire sconti o tariffe più basse ai clienti che si impegnano a utilizzare una certa quantità di storage o di servizi per un determinato periodo contrattuale, ad esempio un impegno annuale o pluriennale.
  • Livello gratuito con aggiornamenti a pagamento: Molti servizi di backup nel cloud offrono un livello gratuito limitato con funzioni e capacità di archiviazione di base. Gli utenti possono poi passare ai piani a pagamento per ottenere più spazio di archiviazione, funzioni avanzate e supporto aggiuntivo.
  • Prezzi ibridi: Alcune soluzioni di backup su cloud offrono modelli ibridi in cui parte dell’infrastruttura di backup è ospitata in sede, mentre solo una parte dei dati viene archiviata sul cloud. I prezzi di solito combinano componenti locali e basati sul cloud.
  • Tiering dei dati: I fornitori possono offrire prezzi diversi per i dati caldi (a cui si accede di frequente) e per quelli freddi (a cui si accede di rado). L’archiviazione a freddo dei dati è spesso meno costosa e quindi adatta all’archiviazione.

Guida ai prezzi delle soluzioni di backup su cloud

Nel valutare i prezzi degli strumenti di backup dei dati, le organizzazioni devono considerare diversi fattori critici:

Dimensione dell’organizzazione

Le dimensioni dell’organizzazione giocano un ruolo significativo nella determinazione dei prezzi. Le aziende più piccole possono trovare soluzioni economiche con una capacità di archiviazione inferiore. Al contrario, le aziende più grandi con esigenze di dati estese possono dover affrontare costi più elevati per capacità di archiviazione maggiori e requisiti di backup più complessi.

Funzionalità dello strumento

Gli strumenti di backup basati sul cloud offrono spesso una serie di funzionalità, dal backup di base a livello di file a funzionalità avanzate come il disaster recovery, la protezione continua dei dati e la deduplicazione dei dati. La vastità e la complessità delle funzionalità hanno un impatto sul prezzo, con set di caratteristiche più ampie tipicamente associate a costi più elevati. Le organizzazioni devono allineare le esigenze di funzionalità con i vincoli legati al budget.

Scalabilità

La scalabilità è cruciale per soddisfare la crescita dell’organizzazione. Le soluzioni di backup devono garantire la flessibilità necessaria per aumentare la capacità di archiviazione e aggiungere altri utenti o dispositivi senza dover sostenere costi eccessivi.

Costi nascosti

Oltre ai canoni di licenza di base, i costi nascosti possono includere i contratti di manutenzione e assistenza in corso, i costi associati al trasferimento o al recupero dei dati e le spese potenziali legate al recupero dei dati in caso di disastro. Le organizzazioni devono tenere conto di questi costi nascosti per evitare sorprese nel bilancio.

Come scegliere uno strumento di backup e ripristino sul cloud

La scelta del miglior strumento di backup su cloud comporta una valutazione sistematica delle tue esigenze e priorità specifiche. Inizia valutando il volume dei dati di cui devi eseguire il backup, i vincoli di budget e gli eventuali requisiti di conformità o sicurezza. 

Considera fattori come la conservazione dei dati, la scalabilità e il numero di utenti o dispositivi che accedono allo strumento. Inoltre, esamina le caratteristiche dello strumento, come la crittografia, il versioning e la facilità d’uso, per assicurarti che siano in linea con i tuoi obiettivi. 

Verifica la reputazione e l’affidabilità del fornitore di servizi, compresi i suoi precedenti in materia di sicurezza dei dati e di tempi di attività. Infine, testa alcune opzioni selezionate con prove gratuite, se disponibili, e cerca recensioni e raccomandazioni degli utenti per valutare le prestazioni reali. 

Il miglior strumento di backup su cloud per la tua organizzazione sarà in definitiva un equilibrio tra la soddisfazione delle tue esigenze specifiche, il rispetto del budget e la garanzia di protezione e accessibilità dei dati.

Backup sicuri e tranquillità con NinjaOne

Come piattaforma completa di gestione e monitoraggio IT, NinjaOne offre diverse funzionalità per aiutare i backup sul cloud. Semplifica il processo di backup fornendo un controllo e un monitoraggio centralizzati delle attività di backup su più dispositivi e ambienti. 

NinjaOne ti permette di pianificare e automatizzare i backup, garantendo che i dati vengano archiviati in modo coerente e sicuro nel cloud. Inoltre, offre informazioni e avvisi per identificare in modo proattivo i problemi o i guasti del backup, consentendo così una rapida risoluzione. L’interfaccia intuitiva e un’efficace reportistica di NinjaOne semplificano la gestione, il monitoraggio e l’ottimizzazione della strategia di backup su cloud, migliorando la protezione e la disponibilità dei dati.

Se sei pronto a provare NinjaOne in prima persona, programma una demo o inizia la tua prova gratuita di 14 giorni per scoprire perché così tante organizzazioni e MSP scelgono NinjaOne come fornitore!

Sei alla ricerca di altri consigli e guide complete? Controlla spesso i nostri blog e iscriviti a MSP Bento per ricevere informazioni, interviste e ispirazioni direttamente nella tua casella di posta!

Passi successivi

La creazione di un team IT efficiente ed efficace richiede una soluzione centralizzata che funga da principale strumento di erogazione dei servizi. NinjaOne consente ai team IT di monitorare, gestire, proteggere e supportare in termini di assistenza tutti i dispositivi, ovunque essi si trovino, senza la necessità di una complessa infrastruttura locale.

Scopri qualcosa in più su NinjaOne Endpoint Management, fai un tour dal vivo o inizia la tua prova gratuita della piattaforma NinjaOne.

Ti potrebbe interessare anche

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.

By clicking the “I Accept” button below, you indicate your acceptance of the following legal terms as well as our Terms of Use:

  • Ownership Rights: NinjaOne owns and will continue to own all right, title, and interest in and to the script (including the copyright). NinjaOne is giving you a limited license to use the script in accordance with these legal terms.
  • Use Limitation: You may only use the script for your legitimate personal or internal business purposes, and you may not share the script with another party.
  • Republication Prohibition: Under no circumstances are you permitted to re-publish the script in any script library belonging to or under the control of any other software provider.
  • Warranty Disclaimer: The script is provided “as is” and “as available”, without warranty of any kind. NinjaOne makes no promise or guarantee that the script will be free from defects or that it will meet your specific needs or expectations.
  • Assumption of Risk: Your use of the script is at your own risk. You acknowledge that there are certain inherent risks in using the script, and you understand and assume each of those risks.
  • Waiver and Release: You will not hold NinjaOne responsible for any adverse or unintended consequences resulting from your use of the script, and you waive any legal or equitable rights or remedies you may have against NinjaOne relating to your use of the script.
  • EULA: If you are a NinjaOne customer, your use of the script is subject to the End User License Agreement applicable to you (EULA).