Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

La guida essenziale al SEO locale per gli MSP

Local SEO for MSPs: The Ultimate Guide

Sogni di far crescere il tuo business MSP nel 2021? È il momento di salire nelle classifiche di ricerca padroneggiando il SEO locale.

Le ricerche locali sui motori di ricerca sono aumentate sostanzialmente negli ultimi anni.

Oggi, quasi la metà di tutte le ricerche su Google sono condotte da consumatori che cercano informazioni locali e quasi il 90% delle persone si affidano a internet per trovare aziende locali.

Nel 2018, il 27 % dei consumatori – più del doppio rispetto al 2017 — ha navigato online ogni giorno per ricercare riguardo ad un’azienda locale. Inoltre, il 56% ha cercato online le aziende locali ogni settimana (dal 41%) e il 69% ogni mese (dal 54%).

Ciò è positivo, ma perché dovrebbe interessarti come proprietario di un’azienda MSP? Perché il 28% delle volte queste ricerche locali portano ad una vendita.

Percent of Google searches looking for local information

Il fatto è che, sempre più spesso, le persone cercano aziende e informazioni che siano del posto.
Ecco tutto quello che un MSP deve sapere per sfruttare al meglio queste informazioni e far crescere il proprio business.

Cos’è il SEO locale?

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è il processo di aumento del traffico organico al tuo sito web attraverso le pagine dei risultati dei motori di ricerca. Il traffico organico è qualsiasi traffico che non si paga – si presenta naturalmente o “organicamente” perché è pertinente alla ricerca effettuata da una persona.

Ma come funziona il SEO locale?

Il Local SEO aiuta i siti web aziendali a posizionarsi in alto nelle SERP quando le persone cercano i servizi (prodotti, ecc.) che offrono nella zona in cui si trovano le aziende. Mentre gli MSP ovviamente rendono i loro servizi digitalmente e possono lavorare con le aziende in qualsiasi parte del mondo, il SEO locale è ancora una tattica preziosa per massimizzare il traffico prezioso dai motori di ricerca.

Perché? Perché il SEO locale permette alle aziende MSP di ritagliarsi una nicchia in cui possono avere un impatto maggiore di quello che potrebbero avere nel mondo selvaggiamente competitivo del SEO in generale.

The Power of Localizing Your SEO

Ora che abbiamo tutti familiarità con ciò che è il SEO locale e perché dovrebbe essere sul tuo radar, siamo entusiasti di esplorare alcune strategie che gli MSP di ogni dimensione possono implementare per sfruttare questa ottimizzazione.

Dai piccoli proprietari di servizi IT che stanno solo ora entrando nel marketing digitale agli MSP con team di vendita e marketing completi, tutti dovrebbero essere in grado di trovare alcuni suggerimenti per aumentare la loro strategia SEO locale.

Inoltre, lungo la strada, ci assicureremo di condividere i link di alcune delle migliori risorse SEO in modo che possiate approfondire quanto volete il vasto mondo del SEO locale.
Andiamo!

Principiante: comincia con il miglioramento dei profili digitali della tua azienda

 

Per chi ha appena iniziato con il SEO locale o il marketing MSP in generale, cominceremo con il rafforzamento della presenza della vostra azienda in vari profili online.

Passo 1: entrare in buoni rapporti con Google

Google possiede quasi il 93% del mercato dei motori di ricerca in tutto il mondo. Quindi, un grande primo passo verso la generazione di SEO locale è rivendicare e completare la vostra pagina Google My Business.

Come minimo, includi il tuo nome, indirizzo e numero di telefono. Assicurati che queste informazioni corrispondano a ciò che pubblichi sul tuo sito web (se ne hai già uno – ne parleremo più tardi!) e qualsiasi altro profilo online che puoi avere. Questo è importante perché Google dà la priorità alla coerenza.

Inoltre, ti consigliamo di scegliere le tue categorie primarie e secondarie, riempire le caratteristiche speciali, caricare le foto e rivendicare la tua posizione su Google Maps.

A proposito, non hai nemmeno bisogno di un sito web a questo punto! Google ti dà la possibilità di creare un URL dedicato che puoi condividere con i prospect e i clienti che vogliono saperne di più sulla tua attività.

Completare queste informazioni ti richiederà meno di un’ora ed è un primo passo essenziale per essere trovato nel tuo mercato locale.

Scopri di più su come ottimizzare il tuo profilo Google Business:

Passo 2: iscrivere il tuo business su altre directory

Successivamente, crea un profilo per la tua azienda su altre directory, motori di ricerca e siti di social media come Apple Maps, Bing Places for Business, Facebook, Yelp e anche le buone vecchie Pagine Gialle.
Dopo tutto, Google non è l’unico posto che i tuoi clienti e le tue prospettive frequentano. Usano una varietà di fonti di informazione. Tuttavia, dovresti comunque essere sicuro di collegarti a quei profili sulla tua pagina Google My Business.

Passo 3: popola i tuoi profili con buone recensioni

Secondo il 2018 Local Consumer Review Survey di BrightLocal, l’86% dei consumatori legge le recensioni delle aziende locali e la metà di loro dice che visitare il sito web dell’azienda è il loro prossimo passo dopo aver letto una recensione positiva.

Sai cosa ciò significa – è il momento di generare alcune buone recensioni dei clienti!
Anche se dovresti chiedere recensioni in tutti i tuoi profili aziendali, ci sono alcune cose da sapere sul tuo profilo Google My Business, in particolare. Google prenderà in considerazione una serie di fattori: numero totale di recensioni, numero di recensioni positive, quante volte e quanto spesso rispondi alle recensioni e anche le parole usate nelle recensioni stesse.

Considerando che l’89 % dei consumatori leggono la risposta di un’azienda alle recensioni, potresti voler dedicare poche ore ogni mese sia alla raccolta che alla risposta alle recensioni dei clienti.

Queste iniziative non ti spingeranno immediatamente nelle prime posizioni per i mercati locali competitivi, ma sono importanti punti di riferimento per le aziende che vogliono costruire la fiducia con i potenziali clienti e con i grandi motori di ricerca come Google.

Leggi le recensioni :

Pronto ad andare un po’ più in là della posta in gioco? Aumentiamo il ritmo.

Intermediario: sviluppare e ottimizzare un sito web aziendale per prendere il controllo del SEO locale

Profili online massimizzati? Fatto.
Ottimi recensioni che iniziano a generare qualche chiamata? Fatto.
È il momento di andare oltre le directory digitali e sviluppare uno sbocco dove puoi controllare più attentamente i tuoi sforzi di SEO locale.
Proprio così – è il momento del sito web.

Passo 1: creare il tuo sito web

Da qui in poi, molti dei nostri consigli di localizzazione SEO avranno senso solo se hai un sito web aziendale.

Se sei pronto a progettare, o riprogettare il tuo sito web MSP, leggi la nostra guida Building the Right MSP Website: How to Get More Visitors and Leads.

Passo 2: condurre la ricerca delle parole chiave

SEO parole chiave sono termini che il tuo sito web contiene e che i motori di ricerca “leggono” per determinare se il tuo sito web è adatto alla richiesta di una persona.

Per aumentare il tuo SEO locale, puoi usare parole chiave che descrivono i tuoi servizi e che sono anche comunemente usate dalle persone del tuo pubblico di riferimento.

Come puoi individuare queste parole chiave? Conducendo una ricerca sulle parole chiave.

Per condurre una ricerca sulle migliori parole chiave da utilizzare sul tuo sito web, è necessario utilizzare uno strumento come Keyword Tool, AnswerThePublic o SEMrush. Google offre anche il proprio strumento di ricerca delle parole chiave chiamato Keyword Planner. Tuttavia, è necessario creare un account Google Ads per poterlo utilizzare.

Ciò che questi strumenti fanno è aiutarti a generare idee di parole chiave e capire quante persone cercano quelle parole chiave ogni mese.

Per far decollare la tua ricerca, dovrai avere in mente alcuni termini da cui partire. Puoi trovare questi mettendoti nei panni del tuo cliente ideale. Se tu fossi un’azienda locale e avessi bisogno di aiuto per gestire i tuoi computer, l’infrastruttura di rete, ecc; cosa cercheresti?
Ricordati che alcuni potenziali clienti sono “consapevoli del problema”. Possono descrivere il loro problema, ma non sanno quale soluzione cercare. Per esempio, questo gruppo potrebbe cercare qualcosa come “aiuto tecnico aziendale” o “configurare la rete del mio ufficio”.
Altri potenziali clienti sono più “consapevoli della soluzione”. Probabilmente sono un po’ più esperti e sanno che esistono aziende come la vostra. Le loro ricerche potrebbero essere simili a “servizio IT gestito” o “servizio IT vicino a me”.
Dopo aver inserito alcune di queste idee nel tuo strumento di ricerca di parole chiave e aver generato tonnellate di opzioni, restringi le tue scelte ai termini che pensi siano più rilevanti per le tue offerte.

Per una spiegazione più dettagliata di come arrivare a questo punto della ricerca delle parole chiave, guarda How to Do Keyword Research for SEO: A Beginner’s Guide da HubSpot.
Se ti sembra di avere le tue parole chiave sotto controllo, mettiamole al lavoro!

Passo 3: Implementare l’ottimizzazione sul sito

Un SEO efficace – locale incluso – inizia con il contenuto del sito web.

Detto questo, il primo passo nell’ottimizzazione del tuo sito web per il SEO locale è assicurarti di usare le tue parole chiave all’interno di contenuti che aiutino gli utenti a rispondere alle loro domande, a risolvere i loro problemi e a svolgere i compiti che si sono prefissati. Questo significa non solo creare contenuti di alta qualità, ma proporli nel formato più appropriato, che sia un post del blog, una pagina di destinazione, un video, un’infografica o qualche altro tipo di contenuto.

Invece di cercare di spiegare questo concetto, ti consigliamo di guardare questo video degli esperti SEO di Moz per saperne di più sulla “realizzazione del compito di ricerca” e perché è importante per l’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Ovviamente, ci sono tonnellate di altre buone pratiche per massimizzare i vostri sforzi di SEO locale sul vostro sito web – quindi concentriamoci solo su un altro (per ora!) che pensiamo sia importante: ottimizzare i tag del titolo.

I tag del titolo sono il modo in cui si nominano le pagine web. Sono i titoli cliccabili che appaiono nella pagina dei risultati dei motori di ricerca, quindi è importante che non siano solo accurati e attraenti, ma che contengano anche le parole chiave più importanti.

Di tutti gli elementi SEO on-site che puoi ottimizzare, il tag del titolo ha probabilmente il maggiore impatto. Per saperne di più sui tag del titolo, guarda questa guida.

Altre ricerche sull’ottimizzazione on-site:

Ora che sia i tuoi profili digitali off-site che i tuoi contenuti on-site sono ottimizzati per portare traffico dai consumatori locali, facciamo funzionare il motore con alcuni consigli da esperti che aumenteranno i tuoi risultati.

Avanzato: investire in supporto, analisi e individuazione delle tendenze per migliorare continuamente la tua reputazione.

 

Tutto ciò che abbiamo discusso finora riguarda la pertinenza, la creazione di contenuti che corrispondono e si rivolgono a ciò che i potenziali clienti stanno cercando.

E questo è fantastico, perché Google ci dice che la pertinenza è una parte importante per guadagnare i primi posti nei risultati dei loro motori di ricerca.

Tuttavia, c’è un altro fattore importante che le aziende con un SEO locale decente su Google possono lavorare per massimizzare – la prominenza.

La prominenza è in parte un concorso di popolarità (se un’azienda è nota al grande pubblico) e in parte un indice di saturazione (quante recensioni positive, valutazioni, articoli, ecc. esistono già sulla tua azienda).

Quindi cerchiamo di rafforzarla.

Passo 1: Concentrarsi sulla costruzione della notorietà su Google

Prima di tutto, vale la pena investire tempo e denaro per costruire la tua visibilità? Noi pensiamo di sì.

Oltre il 92% degli utenti sceglie le aziende che appaiono nella prima pagina dei risultati di ricerca.

Il click-through rate (CTR) medio per i siti web aziendali che si classificano nella prima posizione su Google è del 32% a settembre 2019.

In altre parole, se ti posizioni al primo posto per una parola chiave che ottiene 100 ricerche al mese, 32 di queste persone faranno clic sul tuo link.

E il CTR per la posizione 2? Si dimezza al 16%. E per la posizione 3 si dimezza di nuovo a solo l’8%. Quando arrivi a metà della pagina alla posizione 5, ottieni solo il 3 per cento dei clic – o 3 visitatori per una parola chiave con 100 ricerche mensili.

Source: Advanced Web Ranking

 

La prominenza è molto utile se stai cercando di ottenere dei clic dai tuoi sforzi SEO. Uno dei modi migliori per aumentare la tua prominenza agli occhi di Google è quello di andare a cercare recensioni, link, menzioni e qualsiasi altra pubblicità (positiva!) che puoi suscitare.

Questo si riduce essenzialmente alle relazioni con i media. Contatta i giornalisti locali, le associazioni e le altre aziende nel tuo spazio per vedere se puoi farli parlare della tua azienda, condividere il tuo sito web e rimandare al tuo sito web e ai tuoi contenuti, quando possibile. Ricorda, questo significa che il tuo sito web, il tuo contenuto e i tuoi servizi devono essere degni di parlare!

Pensa a questo processo come alle vendite. Una certa percentuale delle persone che contatti agirà in base a ciò che gli hai proposto. Punta a un tasso di azione del 10-20 %. In altre parole, se contatti 10 persone, dovresti aspettarti che 1 o 2 forniscano la copertura che stai chiedendo.

Se vuoi generare cinque menzioni positive al mese, fai i conti e calcola quante persone dovrai contattare.

Passo 2: Usa le analisi per misurare il ROI dei tuoi sforzi di SEO locale

Ora che stiamo parlando di un serio e continuo investimento del tuo tempo, vogliamo controllare e assicurarci che tu stia tenendo traccia del fatto che tutti i tuoi sforzi siano validi o no.

Se non l’hai ancora fatto, è il momento di creare un’infrastruttura per generare analisi e approfondimenti per valutare il tuo ROI.

Google My Business offre Insights, che fornisce alcuni dati di base su come le persone trovano la tua azienda e il tuo sito web. Per un aggiornamento, prova una piattaforma di analisi web più potente, come Google Analytics che è gratuita.
Questa guida di cognitiveSEO ti farà iniziare a usare Google Analytics per monitorare il successo dei tuoi sforzi SEO locali.

Suggerimento bonus: Tenere l’occhio aperto per i trend

Il panorama SEO è abbastanza dinamico.

I consumatori cambiano e Google non smette mai di innovare l’esperienza di ricerca. Se vuoi che i tuoi sforzi di SEO locale continuino a portare dei lead qualificati, devi essere al passo con i trend.

A proposito, ecco alcuni trend importanti da conoscere per chi sta leggendo al momento della pubblicazione:

È raro vedere risultati rapidi quando si tratta di SEO locale.

È veramente un investimento a lungo termine a cui bisogna dedicare molti sforzi ed energie prima di costruire uno slancio affidabile.
Se stai cercando di passare più tempo a mettere in pratica queti fantastici hack di crescita del business MSP, come il SEO locale, invece di lavorare per tuo business MSP — abbiamo un ultimo consiglio da aggiungere alla tua lista:

Scopri NinjaOne gratuitamente adesso e metti finalmente le mani sul software di gestione IT e di rete efficiente e moderno che fa parte. 

Passi successivi

Per gli MSP, la scelta dell’RMM è fondamentale per il successo aziendale. Lo scopo principale di un RMM è di fornire automazione, efficienza e scalabilità in modo che l’MSP possa crescere con profitto. NinjaOne è stato classificato al primo posto nella categoria degli RMM per più di 3 anni consecutivi grazie alla nostra capacità di offrire agli MSP di ogni dimensione una piattaforma veloce, potente e facile da usare.

Per saperne di più su NinjaOne, fai un tour dal vivo o inizia la tua prova gratuita della piattaforma NinjaOne.

Ti potrebbe interessare anche

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.

By clicking the “I Accept” button below, you indicate your acceptance of the following legal terms as well as our Terms of Use:

  • Ownership Rights: NinjaOne owns and will continue to own all right, title, and interest in and to the script (including the copyright). NinjaOne is giving you a limited license to use the script in accordance with these legal terms.
  • Use Limitation: You may only use the script for your legitimate personal or internal business purposes, and you may not share the script with another party.
  • Republication Prohibition: Under no circumstances are you permitted to re-publish the script in any script library belonging to or under the control of any other software provider.
  • Warranty Disclaimer: The script is provided “as is” and “as available”, without warranty of any kind. NinjaOne makes no promise or guarantee that the script will be free from defects or that it will meet your specific needs or expectations.
  • Assumption of Risk: Your use of the script is at your own risk. You acknowledge that there are certain inherent risks in using the script, and you understand and assume each of those risks.
  • Waiver and Release: You will not hold NinjaOne responsible for any adverse or unintended consequences resulting from your use of the script, and you waive any legal or equitable rights or remedies you may have against NinjaOne relating to your use of the script.
  • EULA: If you are a NinjaOne customer, your use of the script is subject to the End User License Agreement applicable to you (EULA).