Guarda una demo×
×

Guarda NinjaOne in azione!

Inviando questo modulo, accetto La politica sulla privacy di NinjaOne.

Cos’è la sicurezza degli endpoint e come funziona?

what is endpoint security blog banner

Quest’anno le organizzazioni di tutto il mondo sono concentrate sul rafforzamento della sicurezza degli endpoint, soprattutto perché il costo medio delle violazioni dei dati sta aumentando in modo significativo. Il rapporto IBM sulle violazioni dei dati conferma che il costo medio globale di una violazione dei dati è di 4,35 milioni, mentre il costo medio statunitense è di 9,44 milioni. La sicurezza degli endpoint fa parte di un programma di cybersecurity che impedisce alle minacce e agli attacchi di danneggiare un ambiente IT.

Che cos’è la sicurezza degli endpoint?

La sicurezza degli endpoint si concentra sulla sicurezza e sulla protezione dei dispositivi endpoint dagli attacchi informatici e dalle minacce. I team IT e gli MSP utilizzano la gestione della sicurezza degli endpoint per coordinare le politiche, le pratiche e le strategie di sicurezza degli endpoint. La ragione per cui gli endpoint richiedono sicurezza è che fungono da porte d’accesso ai dati, agli obiettivi e ad altre informazioni importanti di un’azienda. Qualsiasi dispositivo elettronico che comunica con una rete può essere considerato un endpoint. Alcuni esempi di endpoint utilizzati dalle organizzazioni sono:

Endpoint

  • Computer desktop
  • Laptop
  • Smartphone
  • Tablet
  • Server
  • Workstation
  • Router e switch
  • Stampanti

5 componenti principali della sicurezza degli endpoint

Le aziende si affidano alle piattaforme di protezione degli endpoint (EPP) e agli strumenti di monitoraggio e gestione degli endpoint per proteggere proattivamente gli endpoint dalle minacce. È importante notare che la sicurezza degli endpoint non è un singolo processo, ma la combinazione e l’unificazione di più processi che proteggono e gestiscono gli endpoint. Ci sono cinque elementi, o processi, fondamentali della sicurezza degli endpoint su cui le organizzazioni si concentrano:

1) Monitoraggio e gestione degli endpoint

Le soluzioni di monitoraggio e gestione degli endpoint funzionano insieme ad altri strumenti di sicurezza degli endpoint per aggiornare i dispositivi, fornire dati telemetrici in tempo reale, accedere e controllare gli endpoint da remoto, gestire password e codici e molto altro ancora. Questi strumenti contengono tutto ciò che serve per garantire che i vostri dispositivi siano sicuri, aggiornati e nelle mani giuste.

2) Rilevamento e risposta degli endpoint (EDR)

L’EDR (Endpoint Detection and Response) è una soluzione proattiva per la sicurezza degli endpoint che analizza il comportamento degli endpoint, identifica i modelli di minaccia, si adopera per risolvere le minacce o gli attacchi e avvisa il team di sicurezza per segnalare i comportamenti sospetti. Queste funzioni aiutano i team di sicurezza IT ad affrontare le minacce ed a ottenere informazioni essenziali per risolvere rapidamente i problemi prima che sia troppo tardi.

3) Anti-virus e anti-malware

Gli antivirus e gli antimalware sono una linea di difesa importante in un sistema di sicurezza degli endpoint e il loro scopo principale è quello di rilevare e rimuovere il malware dai dispositivi e dai sistemi operativi. Sebbene questi due strumenti siano simili, si occupano di minacce diverse. L’antivirus si occupa delle minacce più vecchie e conosciute, come worm o virus, mentre l’antimalware è specializzato nella risoluzione di minacce più avanzate, come malware o spyware. Entrambi sono necessari per un sistema di sicurezza degli endpoint completo.

4) Politiche zero-trust

La politica zero-trust è un concetto che gli esperti di sicurezza informatica applicano quando configurano e impostano i dispositivi. In sostanza, zero-trust significa non fidarsi di nulla all’inizio, per poi aggiungere ai dispositivi solo le applicazioni affidabili e necessarie. Una politica zero-trust è un modo proattivo per un team IT di proteggere i dispositivi e ridurre gli errori umani.

5) Patching e aggiornamenti dei software

Il patching e l’aggiornamento dei dispositivi è un modo eccellente per rafforzare la sicurezza degli endpoint, ma non è così facile come sembra. Ci sono molte sfide nel patch management che spingono i professionisti IT a mettere le patch in fondo alla lista delle cose da fare.  Per risolvere questo problema e togliere il peso delle patch ai team IT, le aziende si rivolgono a strumenti automatizzati di patch management che distribuiscono e gestiscono le patch con un intervento umano minimo.

Perché la sicurezza degli endpoint è importante?

Anche se gli endpoint sono incredibilmente utili per le aziende, spesso sono difficili da gestire e proteggere. Ci sono molte storie dell’orrore IT recenti che dimostrano l’importanza di mantenere aggiornati i software e i sistemi di sicurezza degli endpoint. Inoltre, ogni anno le aziende aggiungono sempre più endpoint ai loro ambienti IT. “Il 44% dei team IT gestisce tra i 5.000 e i 500.000 endpoint”, spiega un sondaggio sulla sicurezza degli endpoint. Senza una sicurezza affidabile, tutti questi endpoint sono a rischio e possono essere presi di mira da criminali informatici malintenzionati.

I migliori strumenti di sicurezza per gli endpoint

Il miglior strumento per la protezione completa degli endpoint: Bitdefender GravityZone

Bitdefender GravityZone è una soluzione di protezione completa degli endpoint che offre un’efficace prevenzione degli attacchi e delle minacce agli endpoint. Grazie alle loro funzioni di monitoraggio comportamentale con apprendimento automatico e di prevenzione degli attacchi agli endpoint, sono in grado di individuare e prevenire in modo proattivo le minacce che le soluzioni antivirus e di protezione degli endpoint tradizionali non riescono a individuare.

Il miglior strumento per la sicurezza multilivello degli endpoint: ESET Endpoint Security

ESET Endpoint Security offre una protezione multilivello basata su cloud che tutela gli endpoint da varie minacce, come malware e ransomware. Combina l’apprendimento automatico con l’intelligenza collettiva sulle minacce per rilevare e prevenire in modo proattivo le minacce e gli attacchi agli endpoint.

Il miglior strumento per la sicurezza degli endpoint DNS: Prevenzione degli endpoint delle minacce Heimdal™

Heimdal™ Threat Prevention Endpoint è uno strumento DNS che utilizza l’AI,machine learning, e la conoscenza delle minacce per proteggere completamente tutti gli endpoint dalle minacce e dagli attacchi informatici. Questa soluzione è nota anche per la sua capacità di integrarsi senza problemi con altri strumenti e di fornire informazioni da una dashboard unificata.

Gestisci la sicurezza degli endpoint con NinjaOne

NinjaOne aiuta i reparti IT e gli MSP a unificare e gestire tutti gli aspetti dei loro ambienti IT, compresa la sicurezza degli endpoint. Con la soluzione di monitoraggio e gestione degli endpoint di NinjaOne, avrai accesso a potenti strumenti di monitoraggio e di avviso, all’automazione delle attività degli endpoint, alla gestione del software, al patching automatico del sistema operativo e delle applicazioni e alle funzionalità di accesso remoto. Per saperne di più su come NinjaOne può aiutarti a gestire la sicurezza degli endpoint, inizia la tua prova gratuita.

Passi successivi

Le basi della sicurezza dei dispositivi sono fondamentali per lo stato della tua sicurezza complessiva. NinjaOne semplifica l’applicazione di patch, l’hardening, la protezione ed il backup di tutti i dispositivi in modo centralizzato, da remoto e anche su larga scala.

Ti potrebbe interessare anche

Vuoi diventare un Ninja dell’IT?

Scopri come NinjaOne può aiutarti a semplificare le operazioni IT.

Termini e condizioni NinjaOne

Cliccando sul pulsante “Accetto” qui sotto, dichiari di accettare i seguenti termini legali e le nostre condizioni d’uso:

  • Diritti di proprietà: NinjaOne possiede e continuerà a possedere tutti i diritti, i titoli e gli interessi relativi allo script (compreso il copyright). NinjaOne ti concede una licenza limitata per l’utilizzo dello script in conformità con i presenti termini legali.
  • Limitazione d’uso: Puoi utilizzare lo script solo per legittimi scopi personali o aziendali interni e non puoi condividere lo script con altri soggetti.
  • Divieto di ripubblicazione: In nessun caso ti è consentito ripubblicare lo script in una libreria di script appartenente o sotto il controllo di un altro fornitore di software.
  • Esclusione di garanzia: Lo script viene fornito “così com’è” e “come disponibile”, senza garanzie di alcun tipo. NinjaOne non promette né garantisce che lo script sia privo di difetti o che soddisfi le tue esigenze o aspettative specifiche.
  • Assunzione del rischio: L’uso che farai dello script è da intendersi a tuo rischio. Riconosci che l’utilizzo dello script comporta alcuni rischi intrinseci, che comprendi e sei pronto ad assumerti.
  • Rinuncia e liberatoria: Non riterrai NinjaOne responsabile di eventuali conseguenze negative o indesiderate derivanti dall’uso dello script e rinuncerai a qualsiasi diritto legale o di equità e a qualsiasi rivalsa nei confronti di NinjaOne in relazione all’uso dello script.
  • EULA: Se sei un cliente NinjaOne, l’uso dello script è soggetto al Contratto di licenza con l’utente finale (EULA) applicabile.