Che cosa sono il backup e il disaster recovery e perché sono necessari?

CINQUE CONSIGLI E TUTORIAL IN INGLESE, PER LA VOSTRA AZIENDA.

Unisciti ad altri MSP focalizzati sulla crescita e alimenta la tua attività con cinque nuovi pratici modi per migliorare le tue strategie ogni settimana.

Grow faster. Stress less.

Visit our Resources Center for more MSP content.
Kodie Dower      

Il backup e disaster recovery non è più il processo laborioso di una volta e con il ransomware che sta diventando una minaccia crescente, capire questo importante concetto e come implementarlo può fare la differenza tra un piccolo rallentamento e un evento aziendale catastrofico. Attualmente, sono disponibili per le aziende molte soluzioni software per il backup basate sul cloud e grazie all'automazione, il backup dei dati può diventare un processo "set and forget". Il backup dei dati rappresenta inoltre un'importante procedura consigliata per la sicurezza informatica, dal momento che aiuta le aziende a contrastare gli attacchi informatici che prendono di mira i dati aziendali, come il ransomware. 

 

Negli ultimi anni, i software per il backup hanno subito un enorme cambiamento, che ha comportato nuovi livelli di facilità d'uso, velocità e sicurezza per i backup, tanto che ora è considerato un elemento essenziale di una moderna strategia di gestione IT. Con le barriere all'adozione così basse, le aziende non dovrebbero esitare a implementare la tecnologia.

 

Che cos'è il backup e disaster recovery?

Il backup e il disaster recovery sono due concetti separati ma allo stesso tempo connessi che le aziende dovrebbero sempre considerare unitariamente. Il backup dei dati è il processo di archiviazione di una copia dei dati di un'azienda in un cloud o in un ambiente fisico, come ad esempio un disco rigido esterno. I backup vengono eseguiti per proteggere l'azienda in caso di eliminazione accidentale, danneggiamento o qualsiasi altro problema riscontrato nei dati originali o nel software. 

 

I backup dei dati sono fondamentali per la gestione IT e vengono utilizzati fin dagli albori dell'informatica. Per decenni, il backup dei dati è stato una responsabilità interna, dal momento che si trattava del modello standard delle operazioni aziendali. Con lo sviluppo del cloud computing e del lavoro da remoto, le soluzioni locali hanno iniziato ad essere sostituite da moderni software di backup basati sul cloud che consentono di proteggere i dispositivi dei dipendenti in ufficio e a casa.

 

Il disaster recovery fa riferimento alle politiche, alle procedure e ai metodi adottati nel quadro della sicurezza informatica di un'azienda per mantenere la continuità aziendale in caso di un incidente di sicurezza. Parte di un piano di disaster recovery può includere la presenza di server pronti in caso di blackout nei data center. Sebbene molti considerino alla stessa stregua il backup e il disaster recovery, la realtà è che limitarsi ad eseguire i backup non garantisce la continuità aziendale e un piano di disaster recovery senza backup è inutile.

 

Che cos'è un piano di backup e disaster recovery?

Un piano di backup e disaster recovery costituisce un insieme di politiche e soluzioni software che lavorano in sinergia per mantenere la continuità aziendale in caso di un incidente di sicurezza. Questi piani includono generalmente istruzioni su come ripristinare correttamente i dati servendosi del software di backup utilizzato dall'azienda. I piani di disaster recovery delineeranno anche le azioni immediate da intraprendere, come ad esempio informare per primo chi di dovere all'interno dell'azienda, come valutare la portata del danno potenziale e in quale fase di un incidente informare i clienti. 

 

L'avvio di un piano di backup e disaster recovery può sembrare un processo laborioso, tuttavia sono disponibili tantissime risorse per potervisi approcciare facilmente. I quadri di sicurezza informatica, come quelli delineati dal National Institute of Standards and Technology (NIST), forniscono istruzioni dettagliate su come iniziare a implementare le procedure consigliate per la sicurezza informatica e su come elaborare un piano di disaster recovery che soddisfi le esigenze aziendali. 

 

Perché sono necessari i servizi di backup e disaster recovery?

Il ransomware è una grave minaccia a cui le aziende devono prestare molta attenzione e i servizi di backup e disaster recovery svolgono un ruolo fondamentale per poter gestire un attacco di questa portata. Secondo un recente report di Sophos, il 75% delle aziende ha subito un attacco ransomware nel 2020 e il doppio delle aziende che sono riuscite a recuperare i propri dati ha impiegato software di backup. Dal momento che gli hacker cambiano tattica e prendono di mira anche i backup dei dati, i piani o servizi di disaster recovery dovrebbero includere ulteriori misure per proteggere i dati aziendali più critici. I backup dei dati non dovrebbero essere considerati come un'arma risolutiva contro i ransomware, ma piuttosto come un importante strumento che, una volta implementato correttamente, può aiutare le aziende a recuperare più velocemente.

 

Inoltre, i backup dei dati sono obbligatori secondo molte leggi statunitensi e internazionali relative alla protezione dei dati. Per i professionisti IT che lavorano negli ambienti sanitari, le soluzioni e i servizi di backup e disaster recovery conformi all'HIPAA sono obbligatori per garantire la sicurezza, la riservatezza e la disponibilità dei dati medici. L'inosservanza di queste leggi può comportare gravi sanzioni.

 

Cosa dovrebbe comprendere un piano di backup e disaster recovery?

I piani di backup e disaster recovery delineano i provvedimenti o le azioni intrapresi in caso di un evento aziendale che provoca un rallentamento delle operazioni. I quadri di sicurezza informatica come quelli delineati dal NIST e altri enti federali forniscono un buon punto di partenza per la realizzazione di un piano che soddisfi le esigenze aziendali, ma un elemento fondamentale dei piani di backup e disaster recovery è il software di backup.

 

Attualmente, sono disponibili diversi fornitori che offrono un software di backup basato completamente sul cloud che supporta dispositivi locali e da remoto. Tra le opzioni più diffuse figurano:

 

1. Ninja Data Protection

Il software di backup basato sul cloud NinjaRMM è una soluzione di file e cartelle che consente ai tecnici di configurare e gestire da remoto i backup su dispositivi Windows, Mac e Linux. Ninja Data Protection è una soluzione "set and forget" che scansiona gli endpoint e rileva le modifiche apportate ai file in modo da eseguire il backup solo per i file modificati. Con pochi semplici clic, gli utenti possono configurare una pianificazione intelligente, una funzionalità di compressione integrata e un backup a livello di blocco per proteggere i dati dei clienti senza alcun impatto sulle loro reti. Tutti i dati, attivi e inattivi, vengono crittografati attraverso una crittografia AES end-to-end a 256 bit sicura. Le procedure di sicurezza di Ninja vanno ben oltre gli standard più rigorosi in merito alla conformità della protezione dei dati.

 

2. Veeam Backup

Veeam offre una soluzione di backup competitiva che ha fatto notevoli progressi grazie ai suoi strumenti basati sul cloud e al suo forte team di supporto. Gli utenti affermano che l'implementazione è stata piuttosto semplice, ma per le grandi imprese con infrastrutture complesse e obsolete potrebbero verificarsi degli intoppi. 

 

3. Acronis Cyber Backup

Acronis rappresenta un'altra ottima scelta in fatto di soluzioni di backup basate sul cloud: ha avuto successo con una soluzione di backup relativamente intuitiva e versatile. Gli utenti riportano una qualità dell'assistenza clienti leggermente inferiore alla media, con alcuni utenti che riferiscono di lunghi tempi di attesa e domande senza risposta.

 

Conclusione

Un piano di backup e disaster recovery è un elemento essenziale in un processo di gestione IT e dal momento che gli eventi che compromettono le aziende, come il ransomware, aumentano in termini di frequenza e gravità, la sua implementazione non è mai stata così importante. I nuovi software di backup basati sul cloud come Ninja Data Protection hanno reso l'esecuzione dei backup dei dati più semplice che mai e la loro accessibilità implica che nessuna azienda dovrebbe farne a meno. 

Ninja Data Protection è stato originariamente sviluppato all'interno della piattaforma NinjaRMM, fornendo un'esperienza utente senza soluzione di continuità e un'interconnettività che consente ai tecnici di essere più efficienti e razionali nel backup dei dati aziendali critici. Iscriviti oggi per ottenere una prova gratuita e iniziare a trasformare la tua azienda con NinjaRMM.

CINQUE CONSIGLI E TUTORIAL IN INGLESE, PER LA VOSTRA AZIENDA.

Unisciti ad altri MSP focalizzati sulla crescita e alimenta la tua attività con cinque nuovi pratici modi per migliorare le tue strategie ogni settimana.